Naughty Dog: "Uncharted 4 non sarà The Last of Us con le esplosioni"

Jeremy Yates parla delle differenze tra le due IP.

Con Neil Druckmann e Bruce Straley che dopo aver ricoperto dei ruoli chiave nello sviluppo di The Last of Us si stanno occcupando anche di Uncharted 4: A Thief's End diversi fan delle avventure di Nathan Drake si chiedono se le due IP avranno degli elementi in comune.

Intervistato da GamesRadar+, il lead animator di Uncharted 4, Jeremy Yates ha sottolineato che il nuovo titolo non sarà "The Last of Us con le espolosioni" esattamente come "The Last of us non era Uncharted con gli zombie".

"Potresti dire, Uncharted sarà The Last of Us con le esplosioni? La risposta è semplicemente no, abbiamo fatto molta attenzione al fine di dare ad Uncharted ciò che è di Uncharted. Uncharted è grande, è questa grande avventura ed è colorata, bellissima, entusiasmante e trasmette questa voglia di esplorare, di muoversi, è una specie di "posto felice". Sembra una sorta di blockbuster e non vogliamo snaturare questa sua essenza.

"Qualcosa su cui abbiamo lavorato molto in entrambi i giochi è l'alternarsi di alti e bassi. Poniamo molta attenzione nel ritmo. Ci sono dei giochi che abbiamo provvato che spingono al massimo per tutto il tempo. Tutto esplode e non cambia mai. È fondamentale costruire quei momenti importanti con un ritmo sostenuto e quando ci sei riuscito c'è bisogno di rallentare e calmare la situazione."

Cosa pensate delle dichiarazioni di Yates? Avete letto che Naughty Dog potrebbe sviluppare un nuovo Jak & Daxter?

Vai ai commenti (6)

Riguardo l'autore

Alessandro Baravalle

Alessandro Baravalle

Redattore

Si avvicina al mondo dei videogiochi grazie ad un porcospino blu incredibilmente veloce e a un certo "Signor Bison". Crede che il Sega Saturn sia la miglior console mai creata e che un giorno il mondo gli darà ragione.

Contenuti correlati o recenti

Articoli correlati...

The Last of Us ha venduto oltre 20 milioni di copie su PS4 e PS3

Nuovo traguardo per il gioco di Naughty Dog.

In Death Stranding la vita o la morte degli NPC dipenderà dalle scelte del giocatore

Hideo Kojima: "vogliamo davvero svelare il significato della connessione tra le persone. Come si forma, come si sviluppa".

Commenti (6)

I commenti ora sono chiusi. Grazie per avere partecipato!

Nascondi i commenti coi punteggi più bassi
Ordine
Visualizza