Nvidia GeForce GTX 960 2GB vs. 4GB - recensione

Di quanta VRAM c'Ŕ davvero bisogno?

Al lancio della GTX 960, abbiamo lodato la sua efficienza energetica, le capacità di overclocking e l'eccellente feature set in ambito multimediale, ma abbiamo riscontrato anche due problemi: in primo luogo, la performance non superava chiaramente quella dei prodotti concorrenti; poi i 2GB di memoria video potevano costituire un limite, in un mondo in cui comincia a sentirsi l'esigenza di 3GB per eguagliare le impostazioni console. Ad ogni modo, così come AMD ha fatto con la rivale diretta R9 380, anche Nvidia ha deciso di lanciare una variante con 4GB della sua scheda.

Per questa prova abbiamo ottenuto la versione GV-N960OC-4GD di Gigabyte, disponibile a circa 230 euro: un prezzo interessante, dal momento che si avvicina molto a quello delle normali versioni 2GB. Il che fa sorgere spontanea una domanda: è stato effettuato un taglio di costi da qualche parte? Dai nostri test, non sembrerebbe: rispetto al modello 2GB in nostro possesso (la Gaming 2G di MSI), le dimensioni fisiche sono molto minori, eppure non si nota una peggiore gestione termica o una particolare rumorosità.

La qualità costruttiva pare ottima, la scheda è molto più “sobria” di molte delle sue simili e le dimensioni ridotte non hanno portato ad alcuna perdita di funzionalità. Il modello di Gigabyte mantiene la connettività SLI, offre due uscite DVI, una HDMI e una DisplayPort.

In termini di alimentazione, anche il modello da 4GB usa un singolo connettore a 6 pin, il che lo rende compatibile con alimentatori di fascia bassa (la concorrente R9 380 ne richiede in genere due). La scheda di MSI integra un connettore ad otto pin per una maggiore alimentazione, ma in termini di overclocking la cosa sembra non avere particolari effetti. Nvidia dichiara che persino con un raffreddamento standard il processore GM 206 equipaggiato dalla GTX 960 può essere overclockato senza problemi fino a circa 1450MHz. Noi abbiamo portato il modello di Gigabyte a 1475MHz e quello di MSI a 1500MHz: la differenza tra le due non ha un impatto percettibile in termini di esperienza di gameplay.

A settaggi di fabbrica, però, la scheda di Gigabyte è più lenta del modello MSI. La velocità di clock base è 1190MHz (contro 1216), e noi crediamo che la versione MSI abbia un boost più aggressivo, che porta a frame-rate leggermente superiori di quelli ottenuti con la Gigabyte da 4GB. Nulla impedisce, però, di overclockare quest'ultima (a tale scopo raccomandiamo il software MSI Afterburner), alzando ad esempio la velocità di clock di 50MHz, per compensare la differenza. Una simile operazione è soltanto un assaggio di ciò che questa scheda può fare in quanto ad overclocking.

In generale, comunque, che tipo di performance ci si può aspettare dalla GTX 960? Quando l'abbiamo inizialmente recensita, non era esattamente una campionessa in quanto a rapporto prezzo/prestazioni: da allora le cose sono cambiate... e non per il meglio. AMD ha rinnovato la sua R9 285, essenzialmente overclockandola e supportandola con driver migliorati: il risultato è la R9 380, indubbiamente più veloce della rivale diretta GTX 960.

Per quanto ci riguarda, solitamente ci piace misurare le credenziali delle varie GPU mettendole alla prova con Crysis 3: lo stage Welcome to the Jungle con tutte le impostazioni al massimo rappresenta infatti una vera sfida da gestire. Il nostro scopo è quello di raggiungere i 1080p avvicinandoci il più possibile ai 60fps bloccati.

Nella prova con Crysis 3 a 1080p, cerchiamo di raggiungere i 60fps fissi senza tearing. Nel farlo, scopriamo che la R9 380 è leggermente più performante della GTX 960, ed entrambe superano la vecchia R9 280.

Crysis 3 1080p60 con V-Sync GTX 960 R9 380 R9 280
Frame-Rate Minimo 40fps 41fps 40fps
Frame persi (da 18650 totali) 689 (3.7%) 539 (2.9%) 840 (4.5%)

Scendendo al preset grafico 'high' per sostenere i 60fps, abbiamo confrontato la GTX 960 con la R9 380 e anche con la nostra vecchia scheda preferita in questo segmento (prima che AMD la mandasse fuori produzione): la R9 280. I risultati dimostrano che la performance è molto simile, ma la nuova scheda di AMD riesce mantenere un frame-rate più omogeneo. La GTX 960 arriva seconda, comportandosi meglio della vecchia Radeon ma non altrettanto bene rispetto a quella nuova.

Va però detto che la R9 380 non lascia molto spazio all'overclocking (appena 1-3fps extra su sette dei titoli testati a 1080p), quindi è interessante analizzare due aspetti della nuova GTX 960. In primo luogo, c'è da scoprire se con un overclock riesce a raggiungere o superare la sua rivale di AMD; poi è ovviamente il caso di capire quanto i 4GB di VRAM facciano realmente la differenza nel nuovo modello. La risposta al primo interrogativo è “sì”: la GTX 960 overclockata raggiunge i livelli di performance della R9 380 o addirittura li supera di poco. Il secondo punto, invece, è leggermente più complesso.

La versione breve è: guardate il video qui in basso. La gestione della memoria operata da Nvidia è generalmente più efficace di quella di AMD, il che significa che con 2GB le prestazioni sono solitamente migliori. Per la maggior parte, i picchi di latenza (stutter) che si incontrano quando la VRAM viene riempita sono minori, portando ad una performance più omogenea che va al di là di quanto leggibile semplicemente dalle medie di frame-rate. Con Assassin's Creed Unity (ad impostazioni 'ultra-high'), la differenza che si ottiene con la scheda da 4GB è enorme: parliamo di un boost del 30% alle prestazioni complessive, che consente di raggiungere 30fps bloccati su una scheda relativamente economica. Negli altri titoli, i miglioramenti sono molto minori, se non addirittura inesistenti. Allo stato attuale, si può dunque dire che comprare una scheda da 4GB rappresenti più che altro un'assicurazione contro i titoli male ottimizzati per PC (come, ad esempio, Batman: Arkham Knight).

1080p è la risoluzione più usata su PC: qui mettiamo in pratica una serie di pesanti benchmark a impostazioni massime per scoprire di cosa sono capaci queste schede grafiche. Osservate i risultati delle schede da 2GB e 4GB, specialmente in Far Cry 4 e Assassin's Creed Unity.

1920x1080 (1080p) R9 380 2GB R9 380 4GB GTX 960 2GB GTX 960 4GB GTX 960 4GB OC
Assassin's Creed Unity, Ultra High, FXAA 32.8 37.1 26.7 34.5 39.0
Battlefield 4, Ultra, 4x MSAA 47.9 47.8 49.4 47.6 53.6
Crysis 3, Very High, SMAA T2x 50.3 49.8 47.2 46.2 51.6
Far Cry 4, Ultra, SMAA 50.7 53.8 48.1 47.2 53.1
Shadow of Mordor, Ultra, Texture Medium, FXAA 62.7 64.1 52.8 52.2 56.9
Ryse, High, SMAA 47.8 49.5 42.4 41.1 46.5
Tomb Raider, Ultimate, FXAA 69.5 70.0 66.9 65.2 72.5
The Witcher 3, High, HairWorks Off, Custom AA 49.7 49.2 47.3 47.2 53.0

Per il gaming high-end a 1440p, non possiamo raccomandare né la GTX 960 né la R9 380: la maggior parte dei risultati è sopra la soglia dei 30fps, ma va ricordato che si tratta di valori medi. Tutti i giochi da noi testati (tranne Shadow of Mordor e Tomb Raider) possono scendere fino a circa 20-25fps nei momenti di difficoltà maggiore, producendo un forte impatto sul gameplay. La risoluzione 2560x1440 è un salto in avanti del 77% rispetto a quella 1080p, quindi è necessario aggiustare le impostazioni fortemente al ribasso per far girare i titoli odierni a livelli soddisfacenti su questo tipo di schede.

Ad ogni modo, i titoli che già a 1080p avevano portato le schede da 2GB ai loro limiti, ovviamente soffrono ancora di più a 1440p. Soprattutto la R9 380, con Assassin's Creed Unity beneficia molto nel passaggio da 2GB a 4GB. A confronto, la scheda di Nvidia guadagna molto meno raddoppiando la VRAM, a dimostrazione del fatto che la sua gestione della memoria è migliore e produce un impatto meno forte sulla scheda da 2GB (anche in questo caso, comunque, la scheda da 4GB è preferibile).

Una cosa da notare è che in entrambe le tabelle la GTX 960 da 4GB risulta in alcuni casi più lenta della sua omologa da 2GB. Ciò non è dovuto alla differenza di VRAM, ma al diverso overclock di fabbrica tra il modello MSI da 2GB e quello Gigabyte da 4GB. Nel complesso, sull'arco di tutti i nostri test, la R9 380 da 4GB è circa il 10% più veloce della GTX 960 con altrettanta memoria, ma overclockando quest'ultima si ottiene un vantaggio del 2% rispetto alla rivale. Ovviamente, anche la R9 380 può essere a sua volta overclockata, ma di un margine molto risicato. A 1440p, il gap si amplia: la R9 380 è più veloce del 15%.

A 1440p, i vantaggi dei 4GB di RAM sono più evidenti: la R9 380 da 4GB mostra molto meno stutter rispetto al modello da 2GB. La GTX 960 da 2GB non è altrettanto afflitta dallo stutter, ma è comunque prossima al suo limite di VRAM e beneficia anch'essa del passaggio a 4GB.

2560x1440 (1440p) R9 380 2GB R9 380 4GB GTX 960 2GB GTX 960 4GB
Assassin's Creed Unity, High, FXAA 27.3 31.4 25.2 26.2
Battlefield 4, Ultra, 4x MSAA 31.6 31.5 31.9 31.0
Crysis 3, Very High, SMAA T2x 31.6 31.3 28.3 27.7
Far Cry 4, Ultra, SMAA 36.5 39.5 33.7 32.8
Shadow of Mordor, Ultra, Texture Medium, FXAA 46.5 46.3 37.8 36.8
Ryse, High, SMAA 33.0 35.6 30.2 29.2
Tomb Raider, Ultimate, FXAA 47.7 47.7 42.2 41.2
The Witcher 3, High, HairWorks Off, Custom AA 33.5 33.2 30.4 31.0

Concludiamo la nostra analisi con uno sguardo ai consumi energetici e all'overclocking. A questo proposito, impieghiamo uno stress test particolare: la fine dello stage Welcome to the Jungle di Crysis 3 comprende un'area ricca di geometrie e ricolma di effetti alpha molto pesanti per la GPU. Tale situazione causa un picco nei consumi molto ripetibile e prevedibile.

La performance si è dimostrata stabile con un boost di 160MHz al core e di 450MHz alla memoria GDDR5, che ci ha portato ad un'ampiezza di banda di 8000gbps. Si tratta di velocità leggermente inferiori rispetto al core della scheda MSI Gaming 2G, ma la cosa non ha prodotto un impatto concreto sul gameplay (da notare che 160MHz sono pochi per una GPU Maxwell: generalmente le overclockiamo a partire da +200MHz). In media, la GTX 960 di Gigabyte ha guadagnato il 12% in prestazioni, rimanendo molto fredda e silenziosa e tenendo al tempo stesso i consumi sotto controllo: un buon risultato.

La GTX 960 è molto più efficiente a livello energetico della R9 380: l'overclocking ha aggiunto solo 22W al consumo totale. Nel nostro test, le temperature sono rimaste intorno ai 60 gradi celsius, anche con le frequenze di core e memoria aumentate. Nel complesso, i consumi durante il nostro stress test si sono fermati ad un massimo di 248W per l'intero sistema: considerando che esso impiegava un processore Core i7 4790K, davvero niente male.

crysis
Questa scena da Crysis 3 è facilmente ripetibile e stressa pesantemente la GPU: una situazione ideale per testare la stabilità dell'overclocking e i consumi energetici.
R9 380 2GB R9 380 4GB GTX 960 2GB GTX 960 4GB GTX 960 4GB OC
Consumo massimo (intero sistema) 282W 279W 228W 226W 248W

Nvidia GeForce GTX 960 4GB - il verdetto del Digital Foundry

Originariamente abbiamo definito la GTX 960 come una scheda buona ma non eccezionale. In termini di performance, nulla è cambiato. Con l'arrivo della R9 380, anzi, AMD ha lanciato una nuova sfida: persino con un overclocking a 1475MHz la GTX 960 non domina chiaramente questo segmento. Sebbene la performance sia sempre l'aspetto più importante di una GPU, ci sono però anche altri fattori che vanno considerati.

Innanzi tutto, la GTX 960 è molto piccola, silenziosa e richiede soltanto un connettore a 6 pin per l'alimentazione: è dunque molto ben inseribile in sistemi vecchi, compatti o con alimentatore poco potente. Anche le interessanti capacità di media streaming (encoding/decoding h.264 e HEVC, Nvidia Shadowplay) non sono da sottovalutare. Dal punto di vista della performance, la GTX 960 non offrirà la forza bruta della R9 380 ma risulta nel complesso più bilanciata e versatile, oltre a superare comunque in scioltezza le prestazioni delle attuali console e ad offrire, con i suoi 4GB di VRAM, un'ottima garanzia per il futuro. Senz'altro un'offerta interessante per una scheda da meno di 250 euro.

Ovviamente, questo non trasforma la GTX 960 in uno dei prodotti più vincenti nella storia di Nvidia. L'azienda controlla praticamente tutte le altre fasce di mercato, dunque in un certo senso la GTX 960 è la pecora nera del gruppo. Ciò nonostante, ha comunque i suoi punti di forza, e il modello GV-N960OC-4GD di Gigabyte li sfrutta tutti a dovere creando nel complesso un prodotto molto interessante ed equilibrato.

Leggi la nostra guida al punteggio

Vai ai commenti (4)

Riguardo l'autore

Richard Leadbetter

Richard Leadbetter

Technology Editor, Digital Foundry

Rich has been a games journalist since the days of 16-bit and specialises in technical analysis. He's commonly known around Eurogamer as the Blacksmith of the Future.

Contenuti correlati o recenti

eFootball PES 2021 perde le licenze di Inter e Milan

La Serie A del gioco perde altri due club.

Test Drive Unlimited Solar Crown annunciato durante il Nacon Connect

UnirÓ la fisica moderna alla libertÓ di progresso e alla competizione.

Articoli correlati...

Commenti (4)

I commenti ora sono chiusi. Grazie per avere partecipato!

Nascondi i commenti coi punteggi più bassi
Ordine
Visualizza