Far Cry Primal: nuove informazioni sulle abilitÓ e la capacitÓ di addomesticare i predatori

"Le belve saranno efficienti e flessibili come un'arma".

Quando un franchise si fonda su una struttura tutto sommato piuttosto salda e riutilizzata in numerosi capitoli non è semplice creare un videogioco profondamente diverso dal punto di vista delle meccaniche.

Far Cry Primal è un netto cambio di rotta per Ubisoft e la necessità di proporre un titolo di qualità e in grado di mantenere la liberà di approccio senza avere a disposizione decine di bocche da fuoco ha pressoché obbligato gli sviluppatori a proporre un nuovo tipo di "arma": le belve.

Il game director Thomas Simon ha rivelato nuove informazioni sulle abilità del protagonista e sull'utilizzo di questi pericolosi predatori, in un'intervista rilasciata a Red Bull.com.

"Volevamo essere sicuri che le belve fossero efficienti e flessibili come un'arma ma allo stesso tempo non vogliamo che siano l'unico modo per giocare e non devono diventare come una sorta di pulsante da premere per vincere immediatamente.

"Mentre giocate, avrete la possibilità di ottenere delle abilità che vi permetteranno di addomesticare nuove categorie di predatori. Potrebbero essere canidi come cani e lupi, felini come giaguari, pantere e tigri o altri animali come gli orsi, le tigri dai denti a sciabola e anche animali più grossi. Una volta che avrete ottenuto la giusta abilità dovrete trovare l'animale nel mondo di gioco e aspettare il momento giusto per avvicinarvi senza essere attaccati. Potrete usare un'esca per aiutarvi."

Una volta che addomesticherete una belva, questa sarà vostra e entrerà a far parte del vostro "inventario".

Avete letto la nostra prova di Far Cry Primal?

Vai ai commenti (1)

Riguardo l'autore

Alessandro Baravalle

Alessandro Baravalle

Redattore

Si avvicina al mondo dei videogiochi grazie ad un porcospino blu incredibilmente veloce e a un certo "Signor Bison". Crede che il Sega Saturn sia la miglior console mai creata e che un giorno il mondo gli darÓ ragione.

Contenuti correlati o recenti

Articoli correlati...

Assassin's Creed Valhalla avrÓ un sistema di progressione diverso per evitare il grinding selvaggio

Il creative director, Ashraf Ismail, promette una piccola rivoluzione.

The Last of Us: Parte II risplende nel fantastico approfondimento e video gameplay targato State of Play

Tra stealth, azione brutale e sopravvivenza. Un assaggio di un possibile capolavoro.

Ghost of Tsushima si ispira al primo splendido Red Dead Redemption

Sucker Punch ammette di aver preso spunto anche da Zelda: Breath of The Wild.

Commenti (1)

I commenti ora sono chiusi. Grazie per avere partecipato!

Nascondi i commenti coi punteggi più bassi
Ordine
Visualizza