Creative Sound Blaster Roar 2 - recensione

Siete alla ricerca di un buon diffusore esterno portatile? Creative potrebbe fare al caso vostro.

Creative da sempre è alla ricerca della perfezione nel campo audio offrendo dispositivi con caratteristiche innovative e migliorandoli di versione in versione. Anche in questo caso ha deciso di perfezionare un prodotto che ha avuto un buon successo di pubblico, intervenendo in vari modi sulle caratteristiche di base del modello precedente.

Il Sound Blaster Roar 2 è un diffusore audio portatile dotato di batteria che lo rende ideale per chi ascolti musica o voglia giocare in movimento. La nuova versione, oltre alle migliorie audio di cui parleremo dopo, presenta un peso ridotto rispetto alla sua precedente versione. Il design del Roar 2 è molto sobrio e lineare, si tratta di un parallelepipedo con gli angoli smussati, con la parte superiore rivestita da una griglia in metallo dove trovano spazio i tasti di accensione, il controllo del volume, il tasto per effettuare l'accoppiamento Bluetooth e per rispondere alle chiamate.

Sono presenti, inoltre, i led di status della ricarica e di collegamento e, non visibile, il sensore NFC per l'accoppiamento di prossimità mentre nella parte posteriore trovano sede i tasti funzione e i connettori di varia natura che vedremo poi in dettaglio.

1
La parte frontale offre l'accesso a poche e semplici funzioni: l'accensione, il volume, il tasto di accoppiamento Bluetooth, lo status della batteria e la sezione NFC.

Le pareti laterali non sono rigide, in quanto ospitano due trasmettitori passivi dedicati alla diffusione dei bassi: questa scelta risulta interessante a livello di riproduzione audio ma al contempo pericolosa per la buona salute del diffusore, visto che non essendo protetti da alcuna griglia sono a rischio di taglio o rottura è quindi vanno trattati con una certa cura.

Nella parte posteriore si trova un selettore per impostare la modalità di funzionamento della porta USB, il tasto per abilitare le funzioni ROAR e Tera Bass, i pulsanti per la riproduzione tramite scheda MicroSD e quelli per registrare sulla sorgente esterna. Al suo interno è presente una batteria da 6000 mAh, che garantisce fino a otto ore di riproduzione audio. La ricarica può avvenire rapidamente tramite jack di alimentazione o tramite la porta micro-USB. Sempre sul retro è posizionato anche un jack audio da 3.5 mm, una porta USB standard che serve per utilizzare la batteria della ROAR 2 come power bank e ricaricare un cellulare o tablet. Le dimensioni sono di 51x188x109 millimetri, con un peso complessivo di un chilogrammo.

La durata della batteria è molto buona: utilizzando il diffusore a volumi non troppo elevati è possibile superare circa di un'ora le otto dichiarate dalla stessa Creative, anche grazie al risparmio energetico che spegne la Roar 2 in caso d'inattività dopo quindici minuti. L'indicatore di livello della batteria è posizionato sulla parte frontale con tre LED verdi che mostrano la carica globale della batteria. Manca però un LED o un allarme acustico che avvisi quando la batteria è quasi scarica, sottigliezze che su un prodotto curato e rifinito come questo non dovrebbero mancare. Il tempo di ricarica completa tramite alimentatore è di circa 2.5 ore ma attraverso la porta USB facilmente raddoppia a causa della bassa potenza erogata.

3
La Creative Sound Blaster Roar 2 è disponibile in due varianti, bianca e nera. Le caratteristiche sono ovviamente le stesse per entrambe le versioni.

Le funzionalità proposte da Creative sono molte: il punto di forza è la modalità ROAR che permette di aumentare la potenza sonora globale con la pressione del tasto dedicato. Lo stesso tasto, premuto nuovamente, attiva il Tera Bass che aumenta solamente lo spettro sonoro più basso. E poi c'è la quantità di opzioni di utilizzo: la principale è tramite Bluetooth, per collegare PC, telefoni cellulari, tablet come fonte audio.

È possibile utilizzare in alternativa un comune jack audio da 3.5 millimetri o una scheda MicroSD che può essere utilizzata sia come fonte di riproduzione, sia di archiviazione per salvare l'audio riprodotto da un'altra sorgente, o la registrazione delle chiamate effettuate attraverso il diffusore. L'ultima opzione di collegamento è tramite porta micro-USB che serve sia per utilizzare la Roar 2 con un PC come diffusore audio, sia per ricaricarlo direttamente dal computer.

Con uno smartphone di ultima generazione possiamo collegarlo tramite il classico accoppiamento Bluetooth o attraverso il NFC (Near Field Communication). A questo punto possiamo utilizzare la Roar 2 sia come altoparlante per la riproduzione della musica presente sul nostro dispositivo o tramite servizi di streaming come Spotify, sia come dispositivo vivavoce, in quanto è stato inserito anche un microfono visto che, come abbiamo accennato, è possibile registrare le telefonate ricevute sulla MicroSD.

4
L'esploso del Roar 2 permette di vedere come sono stati posizionati i driver all'interno del diffusore.

Per quanto riguarda la riproduzione audio abbiamo, come di consuetudine per i prodotti Creative, bassi pieni e potenti ma anche gli alti sono riprodotti in modo eccellente mentre i medi risultano meno brillanti ed efficaci. Per alcuni generi musicali molto strumentali la modalità ROAR compensa regolando in maniera più fine l'equalizzazione e rendendo il gap audio meno evidente. La modalità Tera Bass è invece più adatta a generi musicali differenti, andando ad aumentare la componente dei bassi e aumentando il divario con i suoni medi che vengono ulteriormente penalizzati.

La potenza audio non manca, difficilmente si raggiungerà il volume più alto offerto dalla Roar 2 a meno di non volersi far venire un potente mal di testa. L'unica vera pecca, che speriamo venga sistemata con un aggiornamento del firmware, è quella di perdersi i secondi iniziali delle tracce audio se la riproduzione avviene tramite cavo (il difetto non è presente nell'utilizzo tramite Bluetooth).

Questo Creative Sound Blaster Roar 2 è un altoparlante dalle buone qualità audio, che offre molteplici usi discostandosi da quelli di un mero diffusore portatile, con una batteria dalla ottima capacità, diversi metodi di connessione e funzionalità. Come sempre, quando si parla di Creative, l'unico ostacolo fra voi e la Creative Sound Blaster 2 può essere il costo: sul sito del produttore il prezzo è infatti di poco superiore ai 170 Euro, un valore allineato con quello di molti altri siti di e-commerce, ma una cifra non certo alla portata di tutte le tasche.

Bisogna però mettere sul piatto la versatilità e la portabilità, affiancate a buone prestazioni di riproduzione in dimensioni molto ridotte; se questo è ciò che state cercando ci sono davvero pochi concorrenti per questo prodotto di Creative, che comunque sono più o meno nello stesso range di prezzo. Se l'aspetto economico è il vostro primo parametro di ricerca dovete orientarvi altrove, ma difficilmente arriverete questi livelli qualitativi.

8 /10

Leggi la nostra guida al punteggio

Vai ai commenti (1)

Riguardo l'autore

Marco Ballabio

Marco Ballabio

Redattore

Adepto spirituale del Pastore fin dai tempi di TGM, è sempre alla ricerca dell’ultimo pezzo per completare il suo PC definitivo. Impresa, come quella di Dylan Dog e del suo galeone, infinita.

Contenuti correlati o recenti

Articoli correlati...

Commenti (1)

I commenti ora sono chiusi. Grazie per avere partecipato!

Nascondi i commenti coi punteggi più bassi
Ordine
Visualizza