Il successo di Fallout 4 è stato planetario e nonostante qualche difetto il titolo di Bethesda ha saputo riscuotere i consensi di molti appassionati. Data anche la somiglianza del motore grafico con la vecchia versione, era lecito attendersi l'arrivo dei primi mod di un certo rilievo, anche se non così velocemente. Fallout 4 non è tuttavia l'unica nuova entrata di questa rubrica, visto che abbiamo anche F1 2015 ed ovviamente i soliti graditi ritorni di GTA V, Half-Life 2 e F.E.A.R. Buona lettura!

Fallout 4

Mod: Commonwealth HQ Landscape Overhaul

Graficamente Fallout 4 è un gioco che sicuramente ha più di uno scorcio da apprezzare, anche se sono molti gli elementi a lasciare un po' perplessi, in particolare alcune animazioni. Vista la vastità dell'area di gioco, anche noi non avevamo fatto a meno di notare quanto la qualità delle texture fosse altalenante da una zona all'altra. La stessa cosa è stata osservata anche da un gruppo di modder che si è messo al lavoro per migliorare l'aspetto estetico delle zone meno curate. Ecco quindi il Commonwealth HQ Landscape Overhaul mod, un Work in Progress che punta a rivedere quanto più possibile del gioco per migliorarne la resa delle ambientazioni in senso assoluto.

Commonwealth HQ Landscape Overhaul mod: la differenza si vede, si sente, si tocca. Beh, quello no, ma quasi.

L'impressione è che Fallout 4 in versione PC sarà uno dei titoli più moddati dei prossimi anni, ma i primi risultati sono assolutamente incoraggianti. I modder in questione ci sanno decisamente fare visto che, come appare evidente anche dal filmato comparativo, il salto qualitativo tra il prima e il dopo è sicuramente consistente sul fronte di molte texture. Da notare anche che il fatto che non sembrino esserci differenze di prestazioni tra la versione Vanilla e quella modificata tenendo in considerazione il puro frame rate: anche i possessori di configurazioni di basso livello possono quindi scaricare e installare il Commonwealth HQ Landscape Overhaul mod senza particolari controindicazioni.

F1 2015

Mod: Talk to your pitcrew & engineer

Stiamo disputando un campionato del mondo a F1 2015 e nonostante I difetti di cui avevamo parlato in sede di recensione, anche grazie a una discreta campagna di aggiornamenti da parte, il gioco di guida ufficiale di Codemasters dedicato alla F1 è migliorato parecchio dal suo Day One, anche se c'è ancora molto da fare. A quanto pare, una delle feature presenti sulle versioni console che su PC non è ancora perfettamente funzionante è la possibilità di parlare con il proprio ingegnere di pista durante la corsa per avere informazioni sull'andamento della gara, i rifornimenti, e tutti quegli elementi fondamentali per la strategia come gomme, posizione degli avversari e condizioni meteo che possono modificare il risultato finale di un Gran Premio.

1
Nelle gare più lunghe, la possibilità di parlare con il proprio ingegnere è fondamentale ai fini della strategia, soprattutto su piste in cui il sorpasso è impossibile come Monaco.

Stufi di aspettare questa implementazione da parte di Codemasters, gli autori del mod Talk to your pitcrew & engineer hanno deciso di fare tutto da soli andandosi ad appoggiare a un software gratuito esterno chiamato "Vocals" che funziona in concomitanza con il Windows Voice Recognition Engine. È sufficiente eseguire una sessione di training con Windows e caricare il profilo corretto prima di una sessione di pratica, qualifica e gara e il gioco è fatto. Tenendo premuto il tasto di comunicazione scende il relativo menu ed è sufficiente pronunciare il comando che ci interessa. Si tratta di un'implementazione molto utile che sostituisce il menu manuale decisamente troppo difficile da usare in quanto penalizzato da un tempo di permanenza della finestra attiva troppo breve. Magari Codemasters introdurrà questa caratteristica nelle prossime settimane, ma questa variante artigianale funziona molto bene e per questo motivo abbiamo trovato opportuno segnalarvela.

Half-Life 2

Mod: Alchemilla

Sarà anche vecchio come il cucco ma Half-Life 2 , nonostante gli undici anni di servizio non molla il colpo e alle volte riesce a sorprendere con delle modification di livello assoluto come Alchemilla diretta ad un pubblico molto specifico, ovvero gli appassionati della serie Silent Hill. Si tratta di un avventura horror praticamente priva d'interfaccia e d'inventario in cui il giocatore deve sopravvivere ad abomini di qualsiasi genere grazie al combattimento corpo a corpo ma soprattutto alla capacità di non perdersi.

Il trailer di presentazione di Alchemilla. L'atmosfera horror è ben riprodotta, anche se si tratta di un mod.

L'area di gioco è abbastanza vasta e per sopravvivere, scopo ultimo di questa modification, è necessario imparare a muoversi con attenzione, magari disegnandosi da soli una mappa delle aree da visitare e di quelle in cui si è già stati. Anche se è chiaramente opera di non professionisti, questo Alchemilla mod ci è piaciuto molto per come gli autori sono riusciti a fondere in un'unica soluzione le atmosfere malate del survival horror Konami nell'impianto grafico e sonoro di Half-Life 2, riuscendoci perfettamente. Dà un po' fastidio non avere la possibilità di poter usare in alcuni frangenti alcun tipo d'arma da fuoco, ma fa tutto chiaramente parte di un'atmosfera che pochi altri mod sono stati in grado di riprodurre. Buona sopravvivenza quindi.

Grand Theft Auto V

Mod: Multiplayer Co-op

Se ne parlava ormai da tempo e finalmente qualcuno è riuscito fare quello che Rockstar Games non ha potuto, o più probabilmente, voluto fare con GTA V, ovvero aggiungere una modalità cooperativa. Fortunatamente la versione PC di questo capolavoro è aperta al modding e alcuni smanettoni più abili di altri sono riusciti a realizzare un mod che permette ai giocatori di incontrarsi in game al di fuori della componente online e portare a termine le attività del gioco in compagnia. Il mod s'intitola abbastanza prevedibilmente Multiplayer Co-op e permette a più giocatori di entrare in una sessione.

In questi filmati gli autori mostrano le potenzialità di questo mod, insieme ai problemi di sincronizzazione che stanno cercando di risolvere.

Più che una modification vera e propria si tratta di uno script che permette di collegarsi a un server gestito dagli autori a cui ci si deve connettere tramite un menu a tendina che appare nell'interfaccia di gioco una volta eseguita l'installazione. Multiplayer Co-op è ancora piuttosto acerbo in quanto afflitto da numerosi problemi di sincronizzazione e non sembra essere possibile giocare in modo consistente alle missioni della campagna singleplayer: solo il semplice gironzolare per la città sembra funzionare senza particolari intoppi, ma Il divertimento potenziale si vede però tutto ed è enorme. Nella pagina principale della modification è specificato che chiunque può creare un proprio server, ma soprattutto modificarlo con ogni genere di modalità di gioco o mod (pensate solo a una fisica alterata) che possa rendere ancora più esilaranti le scorrerie all'interno di San Andreas.

F.E.A.R.

Mod: MMOD Version 2

Ci sono giochi che hanno fatto la storia degli sparatutto e uno di questi è sicuramente F.E.A.R. che ormai una decina d'anni fa si era ritagliato un discreto seguito di appassionati. Le apparizioni spettrali di Anna e un'abbondanza di sangue che avrebbe fatto impallidire gli horror di Dario Argento catalizzavano l'attenzione in modo evidente, ma il vero punto di forza del suo gameplay era la brutalità delle sparatorie a cui il giocatore era chiamato a prendere parte: questo sia per la splendida resa delle armi da fuoco come effetti sonori ma anche per gli effetti "balistici" sui corpi dei replicanti di Paxton Fettel con smembramenti e proiezioni di sangue sulle pareti assolutamente spettacolari.

Il MMOD in versione 2 di F.E.A.R.: quando ultraviolenza e difficoltà andavano veramente a braccetto.

Il MMOD nella sua prima incarnazione è uscito parecchio tempo fa, ma l'autore non ha mai smesso di supportarlo ed ecco quindi arrivare la Versione 2 che prende gli elementi descritti finora per portarli all'ennesima potenza. Gli effetti delle armi e gli spappolamenti sono ancora più spettacolari, soprattutto il fumo, le scintille o il sangue dei colpiti che durante il bullet time si mescola alla distruzione di muri e suppellettili in perfetto stile Matrix. A queste modifiche si aggiunge una mitragliatrice laser nuova di zecca per affettare nemici come il salame a una sagra di paese ma soprattutto una rifinitura verso l'alto di tutti i livelli di difficoltà che vi farà apprezzare ancora di più uno dei migliori sparatutto singleplayer di sempre.

Riguardo l'autore

Matteo Lorenzetti

Matteo Lorenzetti

Redattore

Dopo dieci anni di The Games Machine, approda finalmente alla redazione di Eurogamer.it. Onnivoro per quanto riguarda i generi, predilige sparatutto, giochi di guida ed RTS.

Altri articoli da Matteo Lorenzetti