Thomas Mahler: "la segretezza intorno a Nintendo NX è irritante"

Il director di Ori and the Blind Forest vorrebbe quanto meno conoscere le specifiche.

1

Nintendo non si sta sbottonando e Nintendo NX continua a rimanere un vero e proprio mistero per i fan dell'azienda nipponica ma, a quanto pare, anche molti sviluppatori non se la passerebbero meglio in questo senso.

Il director di Ori and the Blind Forest, Thomas Mahler, ha deciso di condividere la propria frustazione derivante dal comportamente della grande N ma anche degli altri produttori di console definendo la segretezza che aleggia intorno a questo tipo di progetti estremamente irritante.

"Questa è LA cosa più irritante per ogni sviluppatore. Abbiamo parlato con Nintendo e non abbiamo ottenuto nulla - non capirò mai questo atteggiamento. Solo per essere chiari non si tratta solo di Nintendo, ogni produttore di hardware tratta i propri devkit e le loro console non ancora lanciate sul mercato come se fossero la seconda venuta del messia e mantengono una segretezza folle tanto da risultare stupida. Potreste almeno darmi le maledette specifhice in modo da sapere per cosa dovremmo creare giochi!

Ciò che serve per vendere hardware è software di alta qualità. Con Nintendo che non condivide i devkit e che probabilmente vorrebbe pubblicare la console nel 2016 posso quasi garantire che non avranno alcun supporto dato che nessuno può creare un gioco in meno di un anno. Voglio dire, è possibile ma sarebbe spazzatura.

Lo stesso vale per il supporto dell'engine - ottenere Unity e Epic in modo che supportino queste console molto prima della release. Quando la console viene lanciata dovrebbe essere facile per gli sviluppatori fare il proprio lavoro. Voglio i dannatissimi devkit o almeno delle specifiche complete due anni prima dell'uscita della console (in un mondo ideal sarebbe così). Tenere tutti gli sviluppatori aggiornati, aprire un forum in cui gli sviluppatori possano parlare tra loro e risolvere i problemi insieme. Nulla di tutto ciò sta accadendo ed è assurdo."

Mahler sottolinea, quindi, che Nintendo non si starebbe comportante al meglio con gli sviluppatori third party, rischiando ancora una volta di non riuscire a garantire un supporto adeguato per la propria console. Cosa pensate di queste dichiarazioni? Avete letto della possibile partnership tra EA e Nintendo?

Fonte: Gamepur

Vai ai commenti (44)

Riguardo l'autore

Alessandro Baravalle

Alessandro Baravalle

Redattore

Si avvicina al mondo dei videogiochi grazie ad un porcospino blu incredibilmente veloce e a un certo "Signor Bison". Crede che il Sega Saturn sia la miglior console mai creata e che un giorno il mondo gli darà ragione.

Contenuti correlati o recenti

ArticoloGamescom 2019: Marvel's Avengers - prova

In occasione della Gamescom abbiamo potuto provare il titolo per la prima volta.

ArticoloGamescom 2019: Trials of Mana - prova

Certi eroi sembrano proprio non voler andare in pensione

Erica - recensione

Povera, piccola farfalla

ArticoloGamescom 2019: Project x Cloud - prova

Abbiamo testato il servizio di cloud gaming di Microsoft!

Articoli correlati...

Dragon Quest XI S: grazie a una simpatica opzione gli NPC diranno delle bugie

Una trovata bizzarra che aggiungerà del pepe all'avventura del Lucente.

In Death Stranding viaggeremo attraverso varie aree degli USA

L' appuntamento con la Gamescom ha svelato ulteriori dettagli sulla nuova opera di Kojima.

Commenti (44)

I commenti ora sono chiusi. Grazie per avere partecipato!

Nascondi i commenti coi punteggi più bassi
Ordine
Visualizza