GameSir G3s - recensione

Un gamepad pensato per il mobile ma compatibile anche con PC e PS3.

Il gaming su dispositivi mobile ricopre un'importante fetta di mercato. Chiunque prima o poi ha scaricato qualche gioco sul proprio cellulare per ingannare l'attesa, spesso però i controlli touch non sono l'ideale, vuoi perché una parte dello schermo verrà per forza coperta dalle dita, vuoi perché l'abitudine a giocare con un pad è dura a morire.

GameSir, azienda con base ad Hong Kong, ha progettato e prodotto il GameSir G3s, un gamepad per chi non vuole rinunciare a giocare tramite una periferica di controllo anche sul tablet o cellulare. Il G3s è un joypad delle caratteristiche davvero interessanti partendo dalla compatibilità: supporta Android, iOS, PS3 e PC tramite un adattatore Bluetooth fornito di serie.

2
Croce direzionale, due leve analogiche, tasti dorsali, funzione di turbo, compatibilità con PC, IOS, Android e PS3: la versatilità è garantita.

Il design richiama molto i controller della PS3 con una forma più arcuata, e per chi ormai ha superato una certa età forse ricorderà il Microsoft Sidewinder, ma con una dotazione di tasti nettamente superiore. La disposizione è la stessa del DualShock di casa Sony: abbiamo la croce direzionale nella parte superiore sinistra, due stick analogici nella parte inferiore, mentre i quattro tasti sono caratterizzati dalla nomenclatura e i colori del joypad di casa Microsoft.

Ovviamente sono presenti due tasti e due grilletti, il tasto Select e Start, oltre a una modalità turbo. Il tasto centrale serve ad accendere e spegnere il dispositivo ma anche a cambiare la modalità di connessione in base al sistema che vorremo utilizzare tramite delle combinazioni predefinite.

La confezione è molto ricca in quanto, oltre al controller, è presente un adattatore che permette di inserire il cellulare in posizione orizzontale e fissarlo al gamepad, così da poter avere entrambe le mani sul joypad senza dover tenere o appoggiare il cellulare.

È presente anche un adattatore USB Bluetooth per il collegamento al PC, una piccola sacca dove riporre tutto per il trasporto e infine due cavi: un MicroUSB doppio per poter ricaricare il cellulare con la batteria all'interno del G3s, l'altro un più classico cavo da USB a MicroUSB per ricaricare il controller. Pur essendo economico, il G3s è un dispositivo di buona fattura. Ovviamente è completamente in plastica ma l'assemblaggio è curato, e i tasti principali sono retroilluminati coi due stick analogici rivestiti in gomma morbida. Il pad è molto leggero ma la sensazione generale è quella di avere comunque in mano un prodotto sufficientemente robusto.

L'accoppiamento è semplice e immediato: bisogna prima accendere il controller con la combinazione del tasto Home insieme a un altro tasto a seconda se vogliamo utilizzarlo con Android o IOS. Sul dispositivo è sufficiente abilitare il Bluetooth, eseguire una scansione e il pad viene rilevato immediatamente e accoppiato. Per avere una lista dei giochi Android che supportano accessori di controllo esterni vi consigliamo di fare un salto su Androidgamepadgames.com. Se avete uno smartphone Apple per iOS sono invece supportati solo i giochi compatibili MFI la cui lista potete trovare a quest'altro indirizzo.

3
Applicando il supporto fornito nella confezione è possibile utilizzare il proprio smartphone in posizione orizzontale senza doverlo tenere in mano.

I comandi su entrambe le piattaforme sono reattivi e precisi: conta molto anche l'ottimizzazione data dai programmatori all'uso con i controller, ma nel complesso il G3s svolge il suo compito più che discretamente. I risultati migliori li abbiamo ottenuti però usando gli emulatori: MAME4droid riconosce il gamepad e consente la completa rimappatura dei tasti, pertanto se amate il retrogaming l'accoppiata tablet più controller è davvero interessante, consentendovi di portarvi dietro una piccola sala giochi.

La vera domanda in questi casi è se valga la pena acquistarlo e la risposta sta nel tipo di giochi ai quali giocate. Se vi dilettate con emulatori e il retrogaming è la vostra seconda natura, allora questo GameSir G3s è un acquisto quasi obbligato, soprattutto per la staffa di serie che lo rende adatto ad un uso in mobilità. Se invece preferite i giochi nuovi, progettati e ottimizzati per i controlli touch o l'uso del giroscopio, il G3s non è supportato e questo è fondamentalmente il suo difetto più importante.

Il prezzo di vendita su Amazon è di 39 euro e visto che è utilizzabile sia per Android che IOS, PC e PS3, è da considerarsi accettabile e in linea con altre soluzioni analoghe che però non offrono altrettanta compatibilità.

8 /10

Leggi la nostra guida al punteggio

Vai ai commenti (0)

Riguardo l'autore

Marco Ballabio

Marco Ballabio

Redattore

Adepto spirituale del Pastore fin dai tempi di TGM, è sempre alla ricerca dell’ultimo pezzo per completare il suo PC definitivo. Impresa, come quella di Dylan Dog e del suo galeone, infinita.

Contenuti correlati o recenti

Articoli correlati...

Commenti (0)

I commenti ora sono chiusi. Grazie per avere partecipato!

Nascondi i commenti coi punteggi più bassi
Ordine
Visualizza