The Witcher 3 vince il premio di miglior gioco dell'anno ai GDC Awards

Superata la concorrenza di Fallout 4 e MGSV.

Un nuovo riconoscimento attesta il già indiscusso successo riscosso fino a oggi da The Witcher 3. Il titolo è infatti stato premiato come miglior gioco dell'anno ai Game Developer Choice Awards 2016, superando la concorrenza di altri importanti titoli del calibro di Bloodborne, Fallout 4 e Metal Gear Solid V The Phantom Pain.

Qui di seguito potete leggere l'elenco dei vari vincitori nelle numerose categorie.

Game Developers Choice Awards 2016

  • Game of the Year: The Witcher 3: Wild Hunt
  • Audience Award: Life is Strange
  • Innovation Award: Her Story
  • Best Narrative: Her Story
  • Best Audio: Crypt of the Necrodancer
  • Best Technology: The Witcher 3 Wild Hunt
  • Ambassador Award: Tracy Fullerton
  • Best Debut: Moon Studios (Ori and the Blind Forest)
  • Best Design: Rocket League
  • Best Handheld/Mobile Game: Her Story
  • Best Visual Art: Ori and the Blind Forest
  • Lifetime Achievement Award: Todd Howard
  • Pioneer of the Year: Marcus Persson
-system-headline

Independent Game Festival Awards

  • Seumas McNally Gand Prize: Her Story
  • Excellence in Narrative: Her Story
  • Excellence in Visual Art: Oxenfree
  • ID@Xbox Rising Star Award: Girls Make Games
  • Nuovo Award: Cibele
  • Best Student Game: Beglitched
  • Audience Award: Undertale
  • Excellence in Audio: Mini Metro
  • Excellence in Design: Keep Talking and Nobody Explodes

Siete d'accordo con i premi assegnati?

Avete letto del nuovo record di copie distribuite raggiunto da The Witcher 3?

Vai ai commenti (3)

Riguardo l'autore

Massimo De Marco Giglio

Massimo De Marco Giglio

Redattore

Appassionato d’anime, videogiochi e armi (soprattutto quelle con danni Apeiron), cerca da anni la cura al FOXDIE che lo sta lentamente uccidendo.

Contenuti correlati o recenti

Cyberpunk 2077 non includerà alcuna fetch quest

Il senior quest designer Philip Weber parla della filosofia dello studio dietro la progettazione delle missioni secondarie.

The Witcher incontra gli anni '80 grazie allo splendido lavoro di un artista

Geralt come Jena Plissken in "1997: Fuga da New York".

Articoli correlati...

Cyberpunk 2077 non includerà alcuna fetch quest

Il senior quest designer Philip Weber parla della filosofia dello studio dietro la progettazione delle missioni secondarie.

In Cyberpunk 2077 i genitali saranno determinati dal tipo di corpo scelto

E gli altri personaggi si rivolgeranno a V chiamandolo per nome.

In Cyberpunk 2077 affronteremo 4 diverse tipologie di quest, ecco i dettagli

Ce ne parla il senior quest designer, Philipp Weber.

ArticoloGamescom 2019: Wasteland 3 - prova

Nel nevoso Colorado post-apocalittico di inXile Entertainment.

Commenti (3)

I commenti ora sono chiusi. Grazie per avere partecipato!

Nascondi i commenti coi punteggi più bassi
Ordine
Visualizza