PlayStation 4.5: realtà o fantasia? - editoriale

Sony aggiornerà davvero la sua console con una scheda grafica più potente? E Microsoft, nel caso, starebbe a guardare?

Nella giornata di ieri è emerso un rumor molto interessante che, se si rivelasse veritiero anche solo in parte, rappresenterebbe una novità radicale per il panorama del mercato console e per tutti noi gamer. Secondo un report del popolare sito Kotaku, infatti, Sony starebbe lavorando ad un aggiornamento della sua console, una sorta di PlayStation "4.5" che introdurrebbe significative modifiche hardware per offrire una resa prestazionale nettamente maggiore.

Curiosamente, il rumor fa il paio con quanto dichiarato tempo fa da Phil Spencer, secondo il quale anche Xbox One potrebbe ricevere in futuro degli aggiornamenti hardware volti ad incrementarne la potenza.

Viene da chiedersi: stiamo forse assistendo alla fine dell'era in cui le console venivano scandite nettamente da "generazioni" di 5 o più anni? È in arrivo una nuova idea di console, che come tutti gli altri prodotti di tecnologia attuali (PC, smartphone, tablet...) potrebbe essere aggiornata più frequentemente, con una linea di demarcazione più sfumata e progressiva tra un modello e il successivo?

Chiaramente rumor del genere si affacciano con frequenza agli onori della cronaca, soprattutto per la loro capacità di affascinare il pubblico e delineare scenari futuribili. Ma se è vero quanto riportato da Kotaku, stavolta non dovrebbe trattarsi di semplici suggestioni campate in aria: a quanto pare, l'indiscrezione sarebbe trapelata da più fonti diverse, tutte interne a sviluppatori che sarebbero a conoscenza dei progetti di Sony. A meno di clamorosi abbagli, è improbabile che tante voci convergano (seppure in modo indiretto) su una notizia che non ha alcun fondamento di verità.

1
Per ottenere una buona esperienza VR c'è bisogno di un hardware potente: da questo punto di vista, un 'aiutino' all'ormai vecchia GPU di PlayStation 4, in vista del lancio di PS VR, potrebbe avere senso...

Ma cosa dice esattamente questo rumor? Come sarebbe questa fantomatica PlayStation "4.5" (così viene definita nelle voci di corridoio)? I dettagli tecnici non abbondano ma a quanto pare equipaggerebbe una nuova scheda grafica più potente, rivolta principalmente a due obiettivi: supportare il gaming in 4K e offrire una migliore esperienza per l'imminente lancio della VR made in Sony.

Delle due indicazioni, la seconda mi pare più verosimile. Come sappiamo, la realtà virtuale ha bisogno di frame rate molto elevati per funzionare e dunque di un hardware piuttosto potente: se Sony crede davvero nella VR, dare un "aiutino" alla sua console per farle meglio gestire il gaming in 3D stereoscopico potrebbe avere senso.

Sul punto del 4K, francamente, sono molto più scettico. Per giocare a tale risoluzione (3840x2160), anche solo con 30fps e impostazioni medie, attualmente su PC sono necessarie schede grafiche che da sole costano ben più di un'intera PlayStation 4, quindi è del tutto improbabile che un'eventuale aggiornamento "4.5" della console di Sony possa offrire prestazioni del genere (in caso, sarebbe un crimine non chiamarla PlayStation 5!)

Totalmente ignoto è anche il modo in cui il nuovo hardware sarebbe eventualmente offerto al pubblico. Sarà una nuova console, che andrà a rimpiazzare del tutto la "vecchia" PS4? Improbabile: i molti milioni di clienti che hanno già acquistato il modello attuale infiammerebbero di critiche e lamentele i forum di tutto il mondo, e ne avrebbero ben ragione.

2
Per giocare in 4K con prestazioni soddisfacenti, su PC sono necessarie schede grafiche da oltre 500 euro. È del tutto improbabile che un'eventuale 'PlayStation 4.5' possa raggiungere simili livelli di potenza.

Si tratterà, allora, di una sorta di aggiunta modulare alla console già in commercio? Una specie di "espansione" come fu all'epoca il 32X per il venerando Mega Drive, o il blocco di RAM aggiuntiva per il Nintendo 64? Anche questo scenario è difficile da immaginare, sia per questioni di implementazione tecnica (che porta sfrutterebbe un simile modulo esterno?) che per i fragorosi fallimenti dei precedenti storici.

La cosa più probabile, dunque, è l'introduzione di un modello di PlayStation 4 "VR ready" che si affiancherebbe alla PS4 normale, mirando esplicitamente a quella fascia di pubblico che è maggiormente interessata alla Realtà Virtuale e intende acquistare un visore PlayStation VR. I normali giochi sarebbero compatibili con entrambi i modelli, ma su quello più potente potrebbero magari raggiungere la tanto agognata soglia dei 1080p60fps, che di fatto costituisce la maggiore differenza prestazionale tra il mondo del gaming su console e quello su PC.

Chiaramente, si tratta di uno scenario del tutto nuovo per il mondo delle console tradizionali, dai risvolti inediti e per molti versi imprevedibili. Tanto da far sorgere un dubbio: perché mai Sony, l'azienda che attualmente riscuote il maggiore successo sul mercato, dovrebbe stravolgere lo status quo introducendo una novità così significativa, dai margini di successo del tutto incerti?

Una mossa del genere avrebbe più senso per l'Xbox, che viene spesso messa all'angolo in quanto dotata di una scheda grafica inferiore, dati alla mano, a quella montata sulla rivale diretta. E chissà che non sia stato proprio il timore di una mossa a sorpresa da parte di Microsoft ad aver fatto giocare d'anticipo Sony...

3
Le 'iniezioni di potenza' a metà ciclo vitale di una console non hanno mai ottenuto grande successo. Sony vorrà davvero rischiare di compromettere il suo dominio sull'attuale generazione imbarcandosi in una missione così pericolosa?

Comunque vadano le cose, mi pare che si possa concordare su un fatto: tutto questo parlare di "aggiornamenti" alle console attuali, dopo neanche 3 anni di vita, dimostra quanto fossero fondati i timori sollevati da molti all'inizio di questa generazione, relativamente alla scarsa potenza degli hardware. La strada per reggere il passo con i PC (e più in generale con le piattaforme basate su cicli di aggiornamento annuali, invece che quinquennali) non è mai stata così in salita per le care vecchie console.

A fungere da spartiacque tra gli hardware che riusciranno ad approdare nel futuro e quelli che invece resteranno indietro, potrebbe essere proprio la nuova sfida della VR. A questo punto, non possiamo fare altro che attendere l'E3 di giugno, che potrebbe rivelarsi tra i più emozionanti degli ultimi anni...

Vai ai commenti (83)

Giochi trattati in questo articolo

Riguardo l'autore

Luca Signorini

Luca Signorini

Redattore

Luca gioca e scrive da quando ha scoperto le meraviglie del pollice opponibile. È giornalista ma soprattutto appassionato; non gli toccate Metroid, Stallone, i Black Sabbath e la carbonara e sarete suoi amici per sempre.

Contenuti correlati o recenti

Articoli correlati...

Commenti (83)

I commenti ora sono chiusi. Grazie per avere partecipato!

Nascondi i commenti coi punteggi più bassi
Ordine
Visualizza