Una causa legale potrebbe provocare la rimozione dal mercato di Ark: Survival Evolved

Trendy contro Studio Wildcard.

ARK: Survival Evolved, per quanto non sia ancora disponibile in una versione completa, è un titolo che sta ottenendo un ottimo successo e che è riuscito a ritagliarsi una propria fetta di pubblico piuttosto ampia.

L'ottimo andamento del gioco potrebbe, tuttavia, essere messo a dura prova da una causa legale portata avanti dagli sviluppatori di Trendy Entertainment. Secondo Trendy, il designer Jeremy Stieglitz (passato a Studio Wildcard con cui ha lavorato su ARK) non avrebbe rispettato diversi punti del proprio contratto.

Stieglitz avrebbe, infatti, lavorato segretamente con Studio Wildcard mentre era sotto contratto con Trendy e avrebbe cercato di convincere diversi sviluppatori a unirsi al progetto non rispettando la clausola che gli impedirebbe di interferire con Trendy.

Stieglitz avrebbe, inoltre, sfruttato illegalmente tecnologie di Trendy al fine di rendere più semplice il lancio di ARK: Survival Evolved. Studio Wildcard si difende affermando che il designer non ha avuto un ruolo fondamentale nello sviluppo ma nel caso in cui i giudici dovessero dare a ragione ai querelanti, gli sviluppatori potrebbero essere costretti a rimuovere il gioco da Steam e da Xbox One.

La situazione è sicuramente delicata e si avrà una panoramica più chiara sui possibili vincitori della causa solo al suo inizio, fissato per il 27 aprile.

Fonte: Kotaku

Vai ai commenti (4)

Riguardo l'autore

Alessandro Baravalle

Alessandro Baravalle

Redattore

Si avvicina al mondo dei videogiochi grazie ad un porcospino blu incredibilmente veloce e a un certo "Signor Bison". Crede che il Sega Saturn sia la miglior console mai creata e che un giorno il mondo gli darÓ ragione.

Contenuti correlati o recenti

Articoli correlati...

Commenti (4)

I commenti ora sono chiusi. Grazie per avere partecipato!

Nascondi i commenti coi punteggi più bassi
Ordine
Visualizza