Probabilmente vi ricorderete di Patrice Désilets come del creatore della serie di Assassin's Creed e per aver lavorato anche al franchise di Prince of Persa. Il game designer, però, stava lavorando su un progetto potenzialmente piuttosto interessante conosciuto come 1666 o 1666: Amsterdam.

Désilets definiva il gioco come il "nuovo Assassin's Creed in cui non si saltellava in giro con una spada, non si sparava ma si cercava di superare i limiti stessi del videogioco". La visione del game designer sembrava completamente accantonata, così come il gioco, quando Désilets venne licenziato da Ubisoft ma a quanto pare potrebbe esserci ancora speranza per 1666.

Il gioco era sparito completamente dai radar, ma DualShockers ha scoperto che Ubisoft ha registrato un nuovo marchio per 1666. Il progetto è, quindi, ancora vivo o si tratta semplicemente di un modo per non perdere completamente l'IP?

1

Riguardo l'autore

Alessandro Baravalle

Alessandro Baravalle

Redattore

Si avvicina al mondo dei videogiochi grazie ad un porcospino blu incredibilmente veloce e a un certo "Signor Bison". Crede che il Sega Saturn sia la miglior console mai creata e che un giorno il mondo gli darà ragione.

Altri articoli da Alessandro Baravalle

Commenti (0)

Nascondi i commenti coi punteggi più bassi
Ordine
Visualizza

Contenuti correlati o recenti

1666 torna nelle mani di Patrice Désilets dopo un accordo con Ubisoft

L'IP era costata $2,5 milioni alla compagnia francese.

Désilets: 1666 sarebbe stato "il nuovo Assassin's Creed"

Ma con meccaniche totalmente differenti.

Désilets spezza una lancia in favore della "vecchia" Xbox One

"Il futuro è digitale", secondo l'ex Ubisoft.

Désilets sta "combattendo" per riavere 1666: Amsterdam

La battaglia legale contro Ubisoft è appena iniziata.