Fire Emblem Fates: Rivelazioni - recensione

Dopo Conquista e Retaggio, è tempo di Rivelazioni.

C'è un motivo se Nintendo ha deciso di pubblicare Fire Emblem Fates: Rivelazioni qualche giorno dopo Retaggio e Conquista, le altre due declinazioni dell'ultimo capitolo della serie di strategici a turni di Intelligent Systems. Nonostante proponga un terzo filone narrativo indipendente, alternativo allo schierarsi con Nohr o con Hoshido, per apprezzare al meglio Rivelazioni, ma soprattutto per non rovinarsi gli altri due giochi, dovrete giocarlo per ultimo, dopo esservi assaporati le altre due proposte di Fates.

Tutto partirà come sempre dal fatidico sesto capitolo, quando il/la protagonista Corrin dovrà decidere se schierarsi con l'aggressivo regno di Nohr o con la pacifica nazione di Hoshido. Una scelta per nulla semplice, dato che Corrin avrà forti legami sia con una fazione sia con l'altra e favorire una delle due significherebbe tradire l'altra.

Per questo motivo una scelta piuttosto condivisibile potrebbe essere quella di non schierarsi affatto e cercare di portare la pace tra queste due realtà dall'esterno. Sfortunatamente questa decisione, inizialmente, sortirà l'effetto opposto, ovvero quello d'inimicarsi sia Xander sia Ryoma, i due leader rivali, costringendovi dunque a scappare nel Valla, una terra onirica ricca di misteri, ma fonte anche di molte di quelle rivelazioni che poi hanno dato il titolo a questa terza declinazione di Fire Emblem Fates.

1
Gli spoiler in Rivelazioni possono essere devastanti. Noi vi abbiamo avvisato!

Rivelazioni che se conosciute prima di giocare a Conquista e Retaggio potrebbero togliervi molte delle sorprese e dei colpi di scena imbastiti in questi due giochi e per questo sarebbe meglio tenersele per ultime, come la proverbiale ciliegina sulla torta di questo magnifico trittico.

L'inizio di Rivelazioni sarà piuttosto lento, come al solito un po' ingenuo e mieloso. Poi, però, comincerete a riunire sotto il vostro vessillo tutto il cast di guerrieri incontrato negli altri due giochi, consentendovi di creare un esercito di All-Star davvero elettrizzante, sia per le sue potenzialità narrative, sia per quelle tattiche.

Vedere come personaggi così diversi e che si sono odiati fino a qualche attimo prima possono interagire e, perché no, innamorarsi, è divertente e buffo, ancora di più se avrete già imparato a conoscere il loro carattere, come per esempio gli spigoli di Leo o la timidezza di Sakura. Starà poi a voi decidere se trovare loro un partner adatto al loro carattere o uno completamente antitetico, con il risultato di vedere le scintille o il mare di miele che potrebbe scaturire facendoli innamorare di tipetti come Jackob o Rinkah.

Questo si rifletterà anche sui figli che queste coppie potranno generare, che saranno ancora più vari e sfaccettati che negli altri capitoli, consentendovi dunque di sperimentare in maniera maggiormente varia e fantasiosa la progressione delle classi, in modo da cercare gli abbinamenti più efficaci tra i guerrieri del vostro esercito.

2
Potrete assemblare il cast preferito prendendo i personaggi dalle due fazioni.

Sul campo di battaglia questa diversità si trasformerà in nuove possibilità tattiche da esplorare, dato che le due fazioni hanno capacità e abilità uniche in grado però di completarsi in maniera nuova e assolutamente efficace. Nonostante le ruggini passate, Xander e Ryoma saranno una coppia formidabile in battaglia, in grado di compensarsi a vicenda. Sempre che si utilizzino i Supporto o i Duo in maniera adeguata e si faccia salire la loro intesa fino ai livelli massimi, facendoli sempre combattere vicino.

Come sintesi di Conquista e Retaggio, infatti, Rivelazioni alza il livello di difficoltà e la complessità delle missioni in modo da riuscire ad essere godibile sia per veterani della serie, sia per coloro che si sono avvicinati a Fire Emblem con Awakening o Retaggio. Le missioni saranno più varie e articolate rispetto a quelle del capitolo sull'Hoshido, dato che vi chiederanno di combattere al buio, o di farvi strada tra uno stretto percorso irto di pericoli, sfruttando le vene del drago.

Nonostante questo, le tante opzioni per modulare il livello di difficoltà vi consentiranno comunque di arrivare al termine della campagna anche se dentro di voi non rivive lo spirito di Alessandro Magno, dato che potrete sia scegliere di avere avversari più remissivi, ma anche di far resuscitare i vostri compagni di squadra al termine di ogni missione o persino all'inizio del turno successivo.

Inoltre potrete anche rigiocare le missioni appena concluse, in modo da accumulare ulteriore esperienza con la quale far crescere e sviluppare i vostri soldati. Senza considerare che il numero di unità di alto livello è, ovviamente, raddoppiato rispetto a Conquista e Retaggio e anche questo fatto potrebbe aiutare i neofiti a superare indenni le prove più complesse.

3
Anche il gameplay ricorda sia quello di Retaggio che quello di Conquista.

Lo stesso discorso vale per il castello, il luogo che vi farà da hub tra le missioni così da poter gestire, far evolvere la vostra compagine e sfidare gli altri giocatori online. Qui potrete scegliere tra gli edifici del Nohr e quelli di Hoshido, potrete mescolare i personaggi di Conquista e Retaggio, potrete accedere ai labirintici menù per sfidare gli altri giocatori attraverso internet, tutte possibilità capaci di dare maggior profondità all'esperienza.

Dal punto di vista produttivo, Rivelazioni conferma l'eccezionale lavoro svolto da Intelligent System per Fates e grazie a un'interfaccia pulita e solida, una grafica colorata e fluida e tanti filmati d'intermezzo perfettamente realizzati, anche questo capitolo è un piacere da giocare, ascoltare e osservare.

Dopo le decine di ore passate su Retaggio e Conquista è stato bello e interessante vedere come Nintendo sia riuscita a creare una terza versione di Fates in grado di amalgamarsi alla perfezione con le altre due, anzi di farsi forza dei personaggi e delle tensioni createsi nei due capitoli alternativi per creare interazioni e dialoghi interessanti e vibranti, in grado di strappare qualche sorriso e magari qualche lacrima a chi si è ormai affezionato all'eccellente cast di uomini e donne tratteggiato dagli sviluppatori.

Come sottolineato da Nintendo, però, Rivelazioni è l'unico capitolo che richiede un po' di 'cultura' per essere apprezzato pienamente, in modo da capirne le sfumature e i colpi di classe. Se ancora non vi abbiamo convinti a tenerlo per ultimi, sappiate che potrebbe rovinarvi gli altri due giochi con spoiler piuttosto grandi, quindi fate(s) attenzione! Una volta consumati Conquista e Retaggio, però, un giro a Valla è necessario, se non fondamentale.

9 /10

Leggi la nostra guida al punteggio

Vai ai commenti (3)

Riguardo l'autore

Luca Forte

Luca Forte

Redattore

Luca si divide tra la gestione del ruspante VG247.it e l'infestare Eurogamer con i suoi giudizi sui giochi sportivi, Civilization, Fire Emblem, Persona e Football Manager. Inviato d'assalto, si diverte a rovinare le anteprime video dei concorrenti di tutto il mondo in modo da fare sembrare le sue più belle.

Contenuti correlati o recenti

Articoli correlati...

Commenti (3)

I commenti ora sono chiusi. Grazie per avere partecipato!

Nascondi i commenti coi punteggi più bassi
Ordine
Visualizza