Rok Erjavec di Crytek difende gli sviluppatori dalle accuse di downgrade

"Per 15 minuti di demo si lavora fino a sei mesi".

Durante una recente intervista a Dark Side Of Gaming, il technical director di Crytek, Rok Erjavec, ha difeso gli sviluppatori che si sono trovati ad affrontare la community dalle accuse di downgrade grafico.

Erjavec ha infatti spiegato che le brevi demo presentate ai grandi eventi, come l'E3, sono piccolissime porzioni di livelli su cui gli sviluppatori hanno lavorato a lungo per tirare fuori il massimo dal motore grafico.

"Quello che viene mostrato è una parte di gioco della durata di quindici minuti che è stata costruita impiegando da tre a sei mesi. Al contrario, il resto del gioco di più di dieci ore è stato sviluppato impiegando indicativamente dai dodici ai ventiquattro mesi".

Non si potrebbe quindi parlare di un downgrade vero e proprio, ma semplicemente di due sviluppi separati a cui, in proporzione, viene dedicata una quantità di ore di lavoro molto differente.

Erjavec ha comunque sottolineato che, per lui, mostrare demo che non presentano l'effettiva qualità del gioco hanno poso senso, visto che i videogiochi sono prima di tutto esperienze interattive.

1

Vai ai commenti (7)

Riguardo l'autore

Pier Giorgio Liprino

Pier Giorgio Liprino

Redattore

Per far felice Pier Giorgio basta parlargli di politica, scienza e videogiochi. A questi ultimi s'è avvicinato da bambino giocando ad Age of Empires 2 e da allora è rimasto un appassionato PC gamer, con uno sguardo attento alle console.

Contenuti correlati o recenti

Articoli correlati...

Commenti (7)

I commenti ora sono chiusi. Grazie per avere partecipato!

Nascondi i commenti coi punteggi più bassi
Ordine
Visualizza