Non si può negare che durante l'annuncio di Days Gone molti appassionati abbiano visto più di un punto in comune con The Last of Us. Una volta mostrato il gameplay, però, le differenze tra le due produzioni sono risultate molto più evidenti.

Ron Allen di Sony Bend Studio ci tiene a sottolineare e a difendere l'unicità della propria creatura sottolineando, nel corso di un'intervista con VentureBeat, le feature più importanti di Days Gone.

"Crediamo che il nostro gioco sia assolutamente unico. Solo correre nel mondo di gioco è qualcosa di unico. Non è uguale a nessun altro gioco del panorama videoludico. Iniziando dalla zona nordovest sul Pacifico, nei deserti con condizioni meteo estreme. Abbiamo il meteo dinamico, un giorno ci potrebbero essere 100 gradi e quello dopo la neve e tutto ha degli effetti sul mondo di gioco, sul gameplay. Già solo questo punto è unico.

"Nell'universo di gioco c'è molto più di ciò che abbiamo mostrato, la meccanica delle taglie è solo uno degli elementi del gioco. La gestione delle risorse sarà importante. Si nella demo abbiamo un quantitativo di munizioni assurdo ma lo abbiamo fatto appositamente per non morire in ogni momento del gameplay. La moto ha un ruolo gigantesco nel gioco ma non posso rivelare troppi dettagli al momento."

Manca ancora parecchio all'uscita di questo progetto, che al momento non ha una finestra di lancio, ma quali sono le vostre prime impressioni?

Per tutte le informazioni su questo titolo date un'occhiata alla nostra anteprima di Days Gone.

Riguardo l'autore

Alessandro Baravalle

Alessandro Baravalle

Redattore

Si avvicina al mondo dei videogiochi grazie ad un porcospino blu incredibilmente veloce e a un certo "Signor Bison". Crede che il Sega Saturn sia la miglior console mai creata e che un giorno il mondo gli darà ragione.

Altri articoli da Alessandro Baravalle