Resident Evil 7 abbandonerà il sistema di quick time event

"Molte persone si sentiranno sollevate".

Per chi non lo sapesse, i quick time event sono quei momenti nei videogiochi in cui il giocatore è chiamato a premere velocemente una serie di tasti per portare a termine una determinata azione, solitamente senza avere pieno controllo del personaggio.

Il legame che unisce a doppio filo i quick time event alla serie di Resident Evil risale al quarto capitolo, pubblicato nell'ormai lontano 2005.

Il produttore di Resident Evil 7, Masachika Kawata, ha però rassicurato i fan che i quick time event, tanto odiati da molti videogiocatori, non saranno presenti nel prossimo capitolo della serie.

"Non ci saranno quick time event in Resident Evil 7. So che ci sono molte persone che si sentiranno sollevate nel sentirlo".

Il game director Koshi Nakanishi ha poi cercato di tranquillizzare i fan preoccupati dal cambio di rotta di Resident Evil 7.

"Le reazioni a quello che abbiamo mostrato fino ad ora hanno messo in luce che le persone hanno l'impressione che abbiamo preso Resident Evil e per trasformarlo in qualcosa di diverso, che riguarda il sovrannaturale, l'occulto e le storie di fantasmi. So che guardare il trailer o giocare la demo può dare quell'impressione, ma non preoccupatevi, non abbiamo buttato via Resident Evil come lo conoscevate per trasformarlo in una storia di fantasmi. Tutto avrà un senso alla fine".

1

Fonte: Polygon

Vai ai commenti (5)

Riguardo l'autore

Pier Giorgio Liprino

Pier Giorgio Liprino

Redattore

Per far felice Pier Giorgio basta parlargli di politica, scienza e videogiochi. A questi ultimi s'è avvicinato da bambino giocando ad Age of Empires 2 e da allora è rimasto un appassionato PC gamer, con uno sguardo attento alle console.

Contenuti correlati o recenti

Articoli correlati...

Commenti (5)

I commenti ora sono chiusi. Grazie per avere partecipato!

Nascondi i commenti coi punteggi più bassi
Ordine
Visualizza