Pokemon GO: Niantic banna tutti i clienti di un provider in Belgio

Una storia davvero singolare.

Niantic ha appena deciso di bannare da Pokemon GO TUTTI i clienti del provider di telecomunicazioni belga Proximus, come riporta il nostro sito gemello Eurogamer.nl.

Sappiamo già che da ieri è iniziata l'ondata di ban di massa, ma perché la software house sarebbe arrivata a tanto? Il provider forniva una promozione legata al gioco, infatti il traffico dati speso con Pokemon GO non veniva conteggiato, non consumando quindi il forfait mensile a disposizione dei clienti.

1

Ma un furbone ha scoperto che tutto il traffico generato da questi clienti era registrato da Niantic sotto un unico IP, e ha deciso di abusare di questa singolarità creando 1000 account e usando diverse sim card con il suo software illegale di tracking fastpokemap.se. Il modo in cui ci è riuscito è spiegato nei dettagli tecnici su Reddit.

Purtroppo, per il furbetto, ma soprattutto per tutti i clienti di Proximus, Niantic ha deciso di fare tabula rasa e bannare tutto il provider, clienti compresi.

Al momento, pare che il blocco non sia relativo all'account ma alla connessione. Non riescono infatti ad accedere al gioco da 4G/3G, ma da Wifi si. Ma come si fa a giocare a Pokemon GO dentro casa? Per tutti i dettagli su Pokemon GO, consultate la nostra guida!

Contenuti correlati o recenti

Articoli correlati...

Commenti (1)

I commenti ora sono chiusi. Grazie per avere partecipato!

Nascondi i commenti coi punteggi più bassi
Ordine
Visualizza