Tabata spiega perché la parte finale di Final Fantasy XV sarà più lineare

Un maggiore focus sulla storia.

Qualche giorno fa vi avevamo parlato del fatto che Final Fantasy XV sarebbe stato un titolo open-world solo per la prima parte del gioco trasformandosi poi in un'esperienza molto più lineare.

Il director Hajime Tabata ha spiegato il motivo di questa scelta nel corso del PAX West. Ecco quanto riportato da IGN:

1

"In realtà non è tutta la seconda parte ad essere più lineare ma si tratta soprattutto della parte finale. Non volevo finire il gioco in un ambiente open-world. Alla fine quando il personaggio principale e il nemico sono uno contro l'altro bisogna costruire con cura la storia. Volevo essere sicuro che l'ultima parte fosse leggermente differente da quella open-world e si rivelasse un'esperienza più concentrata.

"Una volta che la sequenza del treno inizia la struttura del gioco cambia drasticamente e sarà concentrata sulla storia. Non sarete in grado di tornare fisicamente nell'area open-world ma potrete farlo dal menù quindi sarete sempre in grado di sfruttare le più di 200 ore di gioco disponibili. Tutto cambia dopo la sequenza del treno."

Cosa pensate di questa decisione di Tabata?

Vai ai commenti (1)

Riguardo l'autore

Alessandro Baravalle

Alessandro Baravalle

Redattore

Si avvicina al mondo dei videogiochi grazie ad un porcospino blu incredibilmente veloce e a un certo "Signor Bison". Crede che il Sega Saturn sia la miglior console mai creata e che un giorno il mondo gli darà ragione.

Contenuti correlati o recenti

Articoli correlati...

Commenti (1)

I commenti ora sono chiusi. Grazie per avere partecipato!

Nascondi i commenti coi punteggi più bassi
Ordine
Visualizza