PS4 Pro: sarà un grande successo o un fallimento? - editoriale

Che conseguenze avrà la frammentazione del mercato console sugli sviluppatori? 

La nuova PS4 Pro è la prima macchina 4K presentata dall'azienda e infrange il tradizionale ciclo di vita delle console. Il che è una grande mossa, visto che il mercato si sta allontanando dalla solita formula.

La nuova PS4 Pro è una versione potenziata della PS4, il che significa che permetterà di giocare a tutti i titoli già in commercio, conferendo al contempo un miglioramento grafico a giochi nuovi ed esistenti e una risoluzione di output 4K.

Ma andando oltre il naturale hype, la PS4 Pro genera alcune perplessità. Certamente offre grandi opportunità ma anche diverse complicazioni. Esaminiamo le implicazioni per gli sviluppatori, e ci chiediamo se la PS4 Pro può dare continuità alla situazione di dominio della console di Sony.

La PS4 Pro illustrata in dettaglio

La nuova console offre una versione leggermente overclockata della CPU AMD Jaguar presente sull'attuale modello, ma la novità più importante è la GPU Radeon di AMD. Il nuovo chip sprigiona adesso una potenza pari a 4,2 TFLOP, un incremento enorme rispetto agli 1,84 TFLOP del modello originale.

La nuova GPU è basata sull'architettura Polaris ed è una versione modificata della scheda desktop Radeon RX 480. Si tratta di un'ottima GPU, tuttavia incapace di gestire titoli tripla-A graficamente molto intensi a risoluzione 4K. Una situazione questa valida anche sulla versione modificata per PS4 Pro.

Il filmato di lancio della PlayStation 4 Pro.

I limiti dell'architettura della GPU rendono la definizione di "console 4K" un po' rischiosa per PS4 Pro. I giochi verranno visualizzati a una risoluzione di output di 3,840 x 2,160 ma molti di essi non gireranno a questa risoluzione nativamente, poiché verranno renderizzati a una risoluzione interna inferiore e poi upscalati in 4K. Sony ha inserito un algoritmo di upscaling che funziona molto bene ma non c'è garanzia che gli sviluppatori lo utilizzino, così come non c'è garanzia di un metodo standardizzato ed efficiente di upscaling sulla nuova console. Alcuni giochi sembreranno parecchio differenti in 4K ma altri appariranno molto simili rispetto alla visualizzazione a 1080p.

Ma la PS4 Pro non offre solo un incremento della risoluzione. Permetterà infatti di far girare i giochi più fluidamente, con frame-rate più alti, e gli sviluppatori potranno inserire nuovi effetti grafici, texture più pulite, renderizzare più oggetti su schermo, aumentare la densità degli effetti particellari, e migliorare l'illuminazione.

La potenza in più permette inoltre a Sony di utilizzare l'HDR. La tecnologia HDR (High Dynamic Range) permette di visualizzare uno spettro di colori più ampio ad un contrasto maggiore, e ciò si traduce in giochi con immagine dettagliate e vivide. Ha un grande impatto, ma questa feature arriva ad un prezzo: vi servirà un televisore compatibile con l'HDR per abilitare tale tecnologia. PS4 Pro non renderà migliori solamente i nuovi giochi, ma anche quelli già in commercio saranno resi più belli tramite alcune patch, sebbene Sony non abbia ancora confermato se gli sviluppatori third-party possano renderle disponibili a pagamento o meno.

specs
Le specifiche tecniche della PlayStation 4 Pro.

Ed ecco un'altra cosa da tenere bene a mente: l'utilizzo di uno schermo full-HD o 4K. Sony afferma che ogni gioco PS4 sarà visualizzato a 1080p con PS4 Pro e schermi Ffull-HD, ma ha anche confermato che i titoli offriranno differenti tipi di miglioramenti grafici, in base alla risoluzione di output. Una soluzione inevitabile, visto che alzare la risoluzione carica molto di più la GPU, e che solo alcune TV supportano 4K e HDR.

The Last of Us Remastered, ad esempio, è uno dei rari titoli che gira a risoluzione 4K nativa su PS4 Pro, ma solo a 30fps. Per arrivare a 60fps la risoluzione deve essere ridotta. The Witness gira mediamente a 1440p e va in upscaling a 4K, mantenendo un frame rate di 60fps, ma impostando la risoluzione a 1080p ci sono miglioramenti nell'antialiasing. Middle Earth: Shadow of Mordor, d'altronde, fornisce un anti-aliasing super-campionato solo a 1080p.

Sony ha anche mostrato Spider-Man, For Honor e Deus Ex: Mankind Divided nella presentazione della console, ma non ha confermato se quei giochi giravano a risoluzione 4K nativa, o se erano upscalati su un display 4K UHD. La PS4 Pro non ha un lettore Blu-Ray 4K poiché Sony ritiene che i consumatori siano più interessanti allo streaming al giorno d'oggi, e non avrà giochi esclusivi (quest'ultima è una mossa intelligente). PS4 Pro costerà €399 in versione 1TB (€409 in Italia).

E tutto il resto?

La PS4 Pro non è l'unica console Sony che vanterà degli upgrade. Anche PS4 e PS4 Slim stanno ricevendo il supporto all'HDR tramite firmware (basta scaricare la versione 4.0, già disponibile), e quindi anche questi modelli saranno capaci di fornire un'immagine più nitida e vibrante. Ma abilitare l'HDR su PS4 e PS4 Slim non sarà altrettanto strabiliante così come farlo su PS4 Pro, principalmente perché le due console hanno una risoluzione limitata a 1080p, e ci sono quindi meno pixel su schermo per enfatizzare i miglioramenti dell'HDR.

Project Scorpio di Microsoft arriverà più avanti ad un prezzo maggiore di PS4 Pro, ma giustificherà il sovrapprezzo con una potenza di 6 TFLOP per la GPU e supporto a 4K per video e Blu-ray. Queste caratteristiche rendono Scorpio più valida per la riproduzione dei media, e inoltre la console di Microsoft potrà far girare con più agevolezza i giochi a risoluzione 4K nativa. Anche Scorpio offrirà miglioramenti grafici per i giochi Xbox One. E poi c'è l'Xbox One S. Lanciata sul mercato in agosto. Questa console supporta Blu-Ray 4K e l'HDR nei giochi, ed è anche in grado di eseguire l'upscaling a 4K.

shot
Days Gone ha davvero impressionato in 4K al PlayStation Meeting di New York.

Sviluppare nell'era della PS4 Pro

La PS4 Pro offre un ampio ventaglio di opportunità agli sviluppatori. La maggiore potenza grafica implica che i giochi possono girare a risoluzioni più alte, e gli sviluppatori hanno la facoltà d'incrementare i dettagli e gli effetti in un modo mai visto finora su una console.

Non è ancora chiaro se molti giochi godranno di una risoluzione 4K nativa, ma è certo che PS4 Pro permetterà un netto balzo in avanti. La rapida ascesa del gaming su PC può inoltre dare una mano. Molti dei miglioramenti grafici disponibili sono già familiari ai giocatori PC, e gli studi di sviluppo che già lavorano ai porting PC vivranno molto più facilmente la transizione verso PS4 Pro.

Ci sono molte opportunità qui, ma PS4 Pro è anche un grande azzardo per Sony (e per gli sviluppatori) poiché il nuovo hardware rappresenta anche un punto di rottura dal tradizionale schema dei cicli vitali delle console. Siamo abituati a nuovi modelli delle stesse console più piccoli ed economici, ma ci troviamo di fronte a una rara occasione in cui una console è stata affiancata da una sua versione più muscolosa nel bel mezzo del suo ciclo vitale.

Gli sviluppatori solitamente prendono familiarità con una console nel corso del suo ciclo vitale, ottimizzando il codice e producendo giochi migliori, ma stavolta questo non succederà. Ci troviamo a metà di una generazione ma gli sviluppatori avranno bisogno di prendere confidenza con la nuova macchina. E riuscire in questo intento mentre si sviluppa ancora sull'attuale PS4, mantenendo la qualità su due differenti sistemi simili ma differenti, potrebbe essere un'impresa insormontabile.

Le decisioni nello sviluppo dei giochi PS4 Pro potrebbero rendere più difficile la scalabilità con la PS4 standard: è facile portare un titolo su PS4 Pro ad una risoluzione maggiore e frame-rate più consistenti, ma è più difficile se il titolo Pro è condito da miglioramenti grafici che la console base non riesce a sostenere.

pro
Ecco come si presenta la PlayStation 4 Pro, col suo inconfondibile look a tre strati.

Ed i titoli PS4 già in commercio? Non sarà bello vedere giochi upgradati per la PS4 Pro con pigrizia ma è plausibile che accada, visto il lavoro extra che dovranno svolgere gli sviluppatori su titoli il cui sviluppo era già terminato, magari da tempo. E c'è anche un altro problema riguardante le risorse: ci sarà una maggiore concentrazione sulla grafica, con gli aspetti chiave del gioco e del gameplay che potrebbero essere trascurati per dare al titolo un maggiore smalto.

Nello scenario migliore, i grandi studi di sviluppo avranno avuto informazioni su PS4 Pro da tempo, con un periodo sufficiente per prepararsi. Ma anche se fosse così, le nuove sfide presentate da questo upgrade mid-gen sono numerose.

Consumatori, Marketing e nuovi scenari

La PS4 Pro non rende solo la vita più complicata solo agli sviluppatori, potrebbe causare grattacapi anche a consumatori e dipartimenti marketing. I miglioramenti grafici potrebbero risultare "difficili da vendere", con l'attuale sistema con cui si gestiscono news e le recensioni dei videogiochi. Gli streaming su YouTube e Twitch non sono abbastanza fedeli da mostrare i miglioramenti visivi offerti dal 4K, e sarà quasi impossibile notarli su smartphone.

Su PC Desktop e laptop la situazione migliora ma sarà comunque difficile, visto che avrete bisogno di una connessione internet super veloce per visualizzare un video comparativo 4K. Nel migliore dei casi, questi sistemi mostreranno solo alcuni dei miglioramenti che PS4 Pro può offrire, e non è questo il modo di convincere i consumatori all'acquisto. Lo scenario PlayStation a due velocità implica che molti giocatori saranno inevitabilmente lasciati indietro come early adopter di PS4 Pro.

PlayStation4_g_03_1473280973
Con l'arrivo della Pro, l'offerta di Sony sarà particolarmente completa ma anche frazionata. Sarà pronto il mercato per tre versioni della stessa console?

Ci sono dietro l'angolo delle insidie, se PS4 venderà tanto e ovviamente anche se succederà il contrario. Un lancio di successo potrebbe portare a relegare i giochi con produzioni budget alla console standard, con gli sviluppatori che spenderebbero più risorse sulle versioni Pro, uno scenario sfavorevole per la console originale e per l'umore dei giocatori non intenzionati a passare a PS4 Pro.

D'altro canto, un lancio deludente per la nuova console condurrebbe a uno scenario in cui gli sviluppatori saranno poco motivati a spendere soldi, denaro e risorse per fornire l'upgrade ai giochi, o addirittura potrebbero evitare completamente di fornire il supporto a Pro. È una situazione delicata: i consumatori non tenderanno a investire nella versione più potente della console se non ci saranno abbastanza giochi migliorati, e una scarsa base d'installazione potrebbe di contro impedire a quei giochi di venire alla luce.

Non importa come andrà il lancio della console: porterà in ogni caso a un mercato frammentato, uno spinoso problema che affligge già altre piattaforme di gioco come Android. Non c'è dubbio che PS4 Pro renderà i giochi visivamente migliori (nonostante siano parecchi gli interrogativi su ogni aspetto della console). La PS4 Pro non è una macchina per il 4K puro, non conta quello che recita l'hype. Il numero dei giochi a risoluzione 4K nativa sarà sminuito dai titoli che saranno renderizzati a 4K solo con la risoluzione di output (upscaling).

L'HDR offrirà un bel balzo avanti, ma c'è così tanta confusione... I differenti miglioramenti grafici per 1080p e 4K devono essere spiegati con chiarezza, e abbiamo avuto poche spiegazioni sul sistema di patch in arrivo per i giochi già sul mercato. E in più c'è il piccolo problema delle TV 4K: se non l'avete già, dovrete acquistarne una per avere il meglio dalla PS4 Pro, e non sono proprio economiche, specialmente quelle che supportano anche l'HDR.

La nuova console di Sony appare all'avanguardia della tecnologia gaming, e non è affatto una brutta cosa. Non abbiamo dubbi che risoluzioni più alte, frame-rate maggiori, grafica potenziata e HDR in piena regola, renderanno i giochi nettamente più belli, e fornire una risoluzione 4K (o vicina all'esperienza del 4K) in cambio di una spesa di €399 è un traguardo eccezionale. Ma arrivati a questo punto, Sony ha reso le cose anche più complicate. Lo sviluppo sarà più arduo e dispendioso, i consumatori saranno confusi e la PS4 Pro sarà difficile da vendere. La Pro cambia il gioco su console, ma non è ancora chiaro se il mondo sia pronto per questo.

Contenuti correlati o recenti

Articoli correlati...

Commenti (68)

I commenti ora sono chiusi. Grazie per avere partecipato!

Nascondi i commenti coi punteggi più bassi
Ordine
Visualizza