Come vengono scelte le valutazioni dei giocatori in FIFA 17?

EA ci presenta la propria rete di 9000 scout.

Come tutti sappiamo ogni giocatore all'interno di FIFA 17 e di tutti i precedenti titoli della serie ha una valutazione complessiva che nasce da quella dei singoli parametri.

Come nasce questa valutazione? Lo ha spiegato a ESPN il responsabile di tutti i dati riguardanti i giocatori, Michael Mueller-Moehring. Mueller-Moehring ha spiegato che per capire le valutazioni dei giocatori vengono sfruttati ben 9000 scout o data reviewer.

Prima di vedere direttamente i giocatori, infatti, c'è uno stadio in cui i valori vengono sostanzialmente abbozzati. Successivamente gli scout (professionisti ma soprattutto semplici persone che seguono molto il calcio negli stadi) inseriscono i propri feedback all'interno di un sito apposito di EA Sports.

Al di là dei puri dati numerici, gli scout propongono anche delle sorta di profili mentali dei giocatori che hanno il compito di analizzare il loro atteggiamento in campo.

Successivamente le abilità vengono modificate anche in base al campionato di appartenenza dato che un giocatore che domina nella Championship (serie B inglese) probabilmente non sarà in grado di fare altrettanto nella Premier League. Questo concetto è legato soprattutto agli attributi tecnici e non a quelli fisici.

1

Tutto il feedback che arriva dagli scout viene poi analizzato da 300 sviluppatori di EA che vanno a formare i 35 attributi che tutti conosciamo e successivamente la media che tiene conto degli attributi chiave per la posizione che il giocatore occupa in campo ma anche di attributi meno tangibili, come quelli di Thomas Muller.

"Non è fortissimo in nulla al di là della capacità di posizionamento," spiega Mueller Moehring secondo quanto riportato da Videogamer. "Trova sempre il posto giusto nel campo, è fantastico. Allo stesso tempo però non è molto bravo nel dribbling o nel tiro e quindi la normale formula proporrebbe una valutazione troppo bassa che per un giocatore come lui non avrebbe senso."

Vai ai commenti (0)

Riguardo l'autore

Alessandro Baravalle

Alessandro Baravalle

Redattore

Si avvicina al mondo dei videogiochi grazie ad un porcospino blu incredibilmente veloce e a un certo "Signor Bison". Crede che il Sega Saturn sia la miglior console mai creata e che un giorno il mondo gli darā ragione.

Contenuti correlati o recenti

Articoli correlati...

Commenti (0)

I commenti ora sono chiusi. Grazie per avere partecipato!

Nascondi i commenti coi punteggi più bassi
Ordine
Visualizza