Potenzialmente lo sviluppo pensato per la VR o quanto meno il supporto a questa tecnologia potrebbe diventare una prassi per buona parte dei titoli che sfruttano una visuale in prima persona.

Non tutti i giochi decidono di spendere parte delle proprie risorse per questa componente ma alcune serie potrebbero effettivamente adattarsi alla VR, tra queste troviamo anche Dishonored. Il titolo di Arkane Studios diventerÓ mai giocabile con un visore per la realtÓ virtuale? Il level designer, Christophe Carrier ne ha parlato in un'intervista pubblicata da GamesRadar+.

"La VR per Dishonored sarebbe un sogno dal punto di vista del level design. Far Reach, Blink...si! Possessione...Ci sono molte cose che sarebbero proponibili in VR molto velocemente e sarebbero immediatamente divertenti."

Carrier per˛ non pensa che la soluzione adatta per la realtÓ virtuale sia quella di un porting diretto.

"Quando penso a Dishonored con il supporto per la VR voglio essere in una stanza come quella di Villa Meccanica e vedere tutti gli ingranaggi e gli altri oggetti perchÚ sono davvero bellissimi e unici. Dato che parte dell'esperienza Ŕ trovarsi anche in un altro luogo, non solo giocare ma essere davvero in un altro luogo e guardare lo scenario, manipolare gli oggetti.

"Non credo che quei giochi possano essere proposti nella VR al momento. Devono essere pensati attentamente e creati per la VR."

Potrebbe, quindi, esserci spazio per uno spin-off pensato per questa tecnologia. Cosa ne pensate?

1

Riguardo l'autore

Alessandro Baravalle

Alessandro Baravalle

Redattore

Si avvicina al mondo dei videogiochi grazie ad un porcospino blu incredibilmente veloce e a un certo "Signor Bison". Crede che il Sega Saturn sia la miglior console mai creata e che un giorno il mondo gli darÓ ragione.