L'uscita di PlayStation 4 Pro si avvicina a grandi passi e mentre il 10 novembre è ormai dietro l'angolo la nuova piattaforma made in Sony continua a far discutere, ovviamente, anche gli analisti.

Gaming Bolt ha toccato l'argomento PS4 Pro e 4K nel corso di un'intervista con l'analista di Wedbush Securities, Michael Pachter. La questione più importante tra quelle trattate riguarda l'assenza di un 4K nativo garantito per tutti i giochi. Si tratta di una mancanza grave?

1

"La penetrazione del 4K non è così fantastica. Negli Stati Uniti probabilmente è del 5% per le famiglie e le TV 4K sono ancora troppo costose. Ho comprato da poco una seconda TV e dovevo scegliere tra un Samsung curvo di 55 pollici con una risoluzione a 1080p al prezzo di $700 e la stessa TV in UHD al prezzo di $1100. Ho realizzato che non valeva i $400 aggiuntivi.

"Non c'è programmazione in TV per il 4K. Posso guardare Netflix e giocare a titoli 4K quando arriverà Scoprio il prossimo anno per esempio ma voglio una TV adatta a questo ora? La risposta è no. Quindi penso che sia folle inseguire una fetta di mercato così piccola. So che gli early adopter e gli appassionati più entusiasti vogliono davvero il 4K applicato ai videogiochi anche su console ma penso che Sony sia un produttore per il mercato di massa e che si concentreranno sulla fetta di mercato più grande, ovvero i 1080p."

Cosa pensate delle dichiarazioni di Pachter?

Riguardo l'autore

Alessandro Baravalle

Alessandro Baravalle

Redattore

Si avvicina al mondo dei videogiochi grazie ad un porcospino blu incredibilmente veloce e a un certo "Signor Bison". Crede che il Sega Saturn sia la miglior console mai creata e che un giorno il mondo gli darà ragione.

Altri articoli da Alessandro Baravalle