La peste è un lontano ricordo. L'imperatrice Emily Kaldwin governa l'impero delle isole. Quindici anni dopo gli eventi del primo gioco, Corvo Attano è ancora intento a proteggere la figlia da ogni genere di minaccia. Ora, in Dishonored 2, il Protettore Reale dovrà affrontare la sfida più impegnativa e pericolosa. Quando un'usurpatrice soprannaturale rovescia il trono, dovrete nuovamente entrare nei panni di Corvo Attano per riprendervi ciò che vi appartiene.

Chi ha giocato al primo Dishonored si troverà a proprio agio scegliendo Corvo come personaggio per la prima partita di Dishonored 2. Tuttavia, Corvo si è evoluto dalla sua prima esperienza videoludica. È più vecchio, più esperto, più saggio. "Corvo è un uomo che riflette sullo scorrere del tempo" dice il direttore creativo Harvey Smith. "È sempre l'assassino soprannaturale che conosciamo, ma è diventato più introspettivo".

Il suo modo di pensare non è l'unica differenza. "Corvo torna con i suoi classici poteri, resi più avvincenti dal nostro nuovo motore grafico. Ognuno di essi è stato migliorato ai fini della dinamica di gioco" afferma il capo progettista Dinga Bakaba.

Date un'occhiata all'ultimo video condiviso da Bethesda per scoprire di più su Corvo, sui suoi obiettivi e su come i suoi poteri sono stati migliorati per dare maggiore libertà ai giocatori. Un avvertimento: più conoscerete Emily e Corvo, più sarà difficile scegliere con quale personaggio iniziare a giocare. "Un dilemma interessante: la novità di Emily o la nostalgia di Corvo?" afferma Smith.

Riguardo l'autore

Alessandro Baravalle

Alessandro Baravalle

Redattore

Si avvicina al mondo dei videogiochi grazie ad un porcospino blu incredibilmente veloce e a un certo "Signor Bison". Crede che il Sega Saturn sia la miglior console mai creata e che un giorno il mondo gli darà ragione.