Ospite d'eccezione per l'ultimo episodio di Live with YouTube Gaming. Il programma condotto da Geoff Keighley ha, infatti, ospitato il presidente di Sony Interactive Entertainment America, Shawn Layden.

Layden, come riportato da DualShockers ha toccato diversi argomenti tra cui spiccano PS4 Pro, The Last Guardian e No Man's Sky.

Partiamo innanzitutto da PS4 Pro:

"PlayStation 4 Pro è la manifestazione del nostro desiderio di continuare a innovare una piattaforma anche tra le generazioni. Siamo stati in grado di creare un sistema che supporta tutti i contenuti di PS4 e andando avanti garantirà più potenza, proporrà un hard-disk da 1 TB e permetterà agli sviluppatori di aumentare il frame rate o la risoluzione. Il gioco però rimane lo stesso, non ci sono giochi solo per PS4 Pro. È pensata per chi vuole della potenza in più o magari ha fatto investimenti su TV 4K, che supportano l'HDR e vogliono sfruttarle al meglio".

Parlando di The Last Guardian, Layden lo ha definito come: "una storia fantastica, il tipico di gioco di Ueda. Penso che sarà molto apprezzato". Ma The Last Guardian non è stato l'unico titolo di cui si è parlato dato che c'è stato spazio anche per No Man's Sky.

"Penso che Hello Games, Sean Murray e il suo team, avessero una visione incredibile di ciò che volevano creare. Qualcosa che non era mai stato fatto e un team così piccolo aveva delle ambizioni davvero gigantesche. Ora ci stanno ancora lavoranno, stanno aggiornando, stanno cercando di avvicinarsi a quella che era la loro visione. Ci ho giocato molto quando uscì.

"Hanno cercato di realizzare le loro ambizioni, di creare quella visione. Nessuno scappa dalla grandi sfide e in alcuni casi semplicemente non si riesce a realizzare tutto ciò che si vuole al primo colpo".

Cosa pensate delle dichiarazioni di Layden?

Riguardo l'autore

Alessandro Baravalle

Alessandro Baravalle

Redattore

Si avvicina al mondo dei videogiochi grazie ad un porcospino blu incredibilmente veloce e a un certo "Signor Bison". Crede che il Sega Saturn sia la miglior console mai creata e che un giorno il mondo gli darà ragione.

Altri articoli da Alessandro Baravalle