Dragon Quest VIII: l'Odissea del Re Maledetto - prova

Molto più di una semplice remastered.

Da qualche giorno siamo alle prese con la versione Nintendo 3DS di Dragon Quest VIII: l'Odissea del Re Maledetto. Questa versione riveduta e corretta del classico uscito anni fa su PlayStation 2, si è dimostrata fin da subito molto più di una semplice rimasterizzazione.

Per assicurarsi di rendere il gioco godibile anche per un pubblico più giovane, abituato a nuove meccaniche e a un approccio meno estremo ai jrpg, gli sviluppatori hanno messo mano su una serie di elementi piuttosto importanti, ai fini dell'esperienza.

Tecnicamente parlando le modifiche apportate non sono molte. Il gioco è molto simile a quello visto su PlayStation 2, salvo i dettagli di alcuni costumi. Anche se la versione PS2 del gioco era arrivata in occidente senza dover passare attraverso a scomode censure, infatti, su 3DS sono state apportate alcune modifiche non rilevanti, ma comunque evidenti, che potrebbero far storcere il naso ai puristi.

Dragon01
La splendida Red è una gradita aggiunta tra i personaggi giocabili di Dragon Quest VIII!

Al di là di questo, la novità più importante è quella che coinvolge gli incontri con i mostri all'interno del mondo di gioco. In passato, come da tradizione della serie, gli incontri con i nemici erano gestiti in modo casuale.

Girovagando per le ambientazioni il giocatore veniva attaccato a intervalli regolari da nemici invisibili. In questa versione moderna, invece, tutti i nemici sono ben visibili sulla mappa, permettendo così di scegliere se e quando impegnarsi in un combattimento.

Considerando che la saga di Dragon Quest si è sempre basata molto sul grinding selvaggio, è molto probabile che dovremo comunque affrontare un gran numero di nemici per salire di livello, a meno di non voler fare una brutta fine contro i boss.

Questo dettaglio lo esamineremo con cura nei prossimi giorni, per esser certi di fugare ogni dubbio al riguardo in sede di recensione. L'altra novità interessante che abbiamo riscontrato, riguarda i combattimenti veri e propri.

Al pari di quanto accadeva già in Bravely Default e in Bravely Second, anche in questa nuova incarnazione di Dragon Quest VIII è possibile velocizzare gli scontri con gli avversari più deboli, in modo da ottimizzare il tempo a disposizione.

Non bisogna dimenticare, infatti, che rispetto alla versione PlayStation 2 quella 3DS è pensata per essere giocata ovunque, anche nella sala d'attesa del dottore. Per questo motivo, apprezziamo gli sforzi degli sviluppatori per rendere più fluida l'esperienza.

Dragon02
Dragon Quest VIII è da molti considerato uno dei migliori episodi della serie. Sarà un piacere giocarlo ancora, in questa versione migliorata.

Altri importanti ritocchi riguardano il sistema di salvataggio (finalmente disponibile in versione "rapida", senza dover necessariamente appoggiarsi a una chiesa) e la possibilità di creare gli oggetti nel Calderone senza i tempi di attesa biblici della versione originale.

Altre novità di questa versione coinvolgono le missioni e le sequenze narrative vere e proprie. In Dragon Quest VIII per 3DS, infatti, è presente una linea di quest inedita che coinvolge una nuova meccanica pensata per questa versione portatile.

Stiamo parlando della macchina fotografica, che non solo permette di scattare foto da salvare sulla SD per rivederle in qualsiasi momento, ma anche di immortalare i momenti richiesti da un nuovo personaggio non giocante.

Oltre a questo troverete nuovi personaggi giocabili (Red e Morrie, originariamente presenti sotto forma di NPC), nuovi oggetti, nuove sequenze narrative (o la variante modificata di alcune presenti su PlayStation 2, per proporre una visione più in linea con i desideri dell'autore) e mille altri elementi inediti.

A quanto abbiamo potuto vedere fino a questo momento, quindi, la nuova versione di Dragon Quest VIII non solo promette di affascinare tutti i giocatori che non hanno avuto modo di godersi l'originale su PlayStation 2, ma anche di premiare i fan di vecchia data che decideranno di affrontarla di nuovo a distanza di tanti anni.

Sotto molti aspetti ci troviamo di fronte a un lavoro certosino, che sembrerebbe poter competere con le versioni aggiornate di Majora's Mask e Ocarina of Time, sempre per 3DS. Per un giudizio definitivo, tuttavia, dovrete attendere ancora qualche settimana.

L'appuntamento con la recensione è fissato al 10 gennaio. Nel frattempo dedicatevi agli altri giochi in sospeso su 3DS e preparatevi a fare spazio nella scheda di memoria, visto che il download di Dragon Quest VIII: l'Odissea del Re Maledetto (in caso voleste comprare la versione digitale del gioco) richiederà parecchi blocchi.

Vai ai commenti (7)

Riguardo l'autore

Filippo Facchetti

Filippo Facchetti

Redattore

Filippo Facchetti è un rispettabile nerd da sempre appassionato di "giochini elettronici". Prima di approdare a Eurogamer scrive per importanti riviste di settore e conduce programmi TV dedicati all'intrattenimento digitale.

Contenuti correlati o recenti

Articoli correlati...

Commenti (7)

I commenti ora sono chiusi. Grazie per avere partecipato!

Nascondi i commenti coi punteggi più bassi
Ordine
Visualizza