Tutto ciò che sappiamo sul misterioso Project 7, il nuovo gioco di Remedy

Il futuro dei creatori di Max Payne, Alan Wake e Quantum Break.

Nella giornata di ieri vi abbiamo parlato di Remedy Entertainment e delle potenzialità non espresse da giochi comunque di valore come Quantum Break e Alan Wake.

La compagnia spera che questo problema non si ripresenti anche con Project 7, uno dei due progetti a cui sta attualmente lavorando la software house capitanata da Sam Lake. Il titolo in questione rimane un assoluto mistero ma Polygon ha condiviso alcune informazioni in un'intervista con il game director Mikael Kasurinen.

Kasurinen non è disposto a condividere molti dettagli sul gioco ma a quanto pare non si tratta di Alan Wake 2 e per quanto sia il primo importante tentativo della compagnia con il multiplayer non si tratta di un titolo competitivo. Questo gioco è incentrato maggiormente sull'aspetto cooperativo all'interno di un open-world che a quanto pare darebbe al giocatore la possibilità di creare e (secondo quanto suppone il collega di Polygon) raccontare le proprie storie, anche a un pubblico formato da una sola persona.

Project 7 sarà, inoltre, l'unione di diverse parti e scoperte fatte nel corso della creazione di Quantum Break e Alan Wake e vuole proporre, ovviamente, dei miglioramenti in alcuni aspetti. La volontà del team sembra soprattutto quella di proporre una storia più fluida e meglio interconnessa con il gameplay.

1

"Quando iniziamo a pensare a un nuovo gioco non pensiamo necessariamente che debba avere il multiplayer. Guardiamo al concept e ci chiediamo quali possano essere gli elementi che possono elevare questo gioco in qualcosa di unico e speciale differenziandolo dal resto. Parte del progetto è sforzarsi per far si che ogni pezzo stia bene insieme", spiega Kasurinen.

"Il gioco è cooperativo, si adatta al tema del progetto che stiamo creando e lo supporta rendendolo ancora più forte. Questo è il nostro primo passo verso esperienze condivise tra giocatori. I giochi che arriveranno successivamente avranno un multiplayer ancora più grande".

Kasurinen vuole in ogni caso confermare che la narrazione non diverrà di certo meno importante e che ci sarà comunque una storia molto importante e curata da seguire.

Cosa vi aspettate da Project 7?

Vai ai commenti (1)

Riguardo l'autore

Alessandro Baravalle

Alessandro Baravalle

Redattore

Si avvicina al mondo dei videogiochi grazie ad un porcospino blu incredibilmente veloce e a un certo "Signor Bison". Crede che il Sega Saturn sia la miglior console mai creata e che un giorno il mondo gli darà ragione.

Contenuti correlati o recenti

Articoli correlati...

Il dopo Star Wars Jedi: Fallen Order non è solo FPS, Respawn Entertainment vorrebbe esplorare altri generi

Il CEO, Vince Zampella, "stanco" di essere etichettato come uno studio focalizzato sugli FPS multiplayer.

Il nuovo Batman sarà un reboot? Arrivano nuove conferme per il prossimo gioco del cavaliere oscuro

L'insider Sabi avrebbe ricevuto delle informazioni da alcune fonti interne al progetto.

Kingdom Hearts III - Re: Mind - recensione

Un nuovo punto di vista sulla saga del Dark Seeker.

Commenti (1)

I commenti ora sono chiusi. Grazie per avere partecipato!

Nascondi i commenti coi punteggi più bassi
Ordine
Visualizza