Con 13,5 milioni di unità vendute, Wii U diventa ufficialmente la console di minor successo di Nintendo

Nessuna console aveva venduto così poco nella storia della grande N.

Alla luce delle notizie diffuse ieri da Nintendo riguardanti i dati finanziari dell'ultimo anno fiscale, e del termine della produzione di Wii U, possiamo affermare senza possibilità d'errore che l'ultima console casalinga della grande N è stato il peggior flop commerciale della casa di Kyoto per quanto riguarda le console principali (ovviamente si escludono esperimenti come il Virtual Boy).

Nemmeno le festività hanno aiutato ad aumentare le vendite di Wii U (complice una mancata riduzione ufficiale dei prezzi?). A settembre la console era ferma infatti a 13,4 milioni di unità, e ha chiuso con 13,56 milioni alla fine di dicembre. Gamecube, la console che deteneva finora il primato negativo delle vendite in casa Nintendo, ha venduto molto di più in confronto, avendo piazzato 21,74 milioni di unità. Wii U impallidisce se confrontata a console casalinghe di successo del glorioso passato Nintendo dei 101 milioni di Wii, 61 milioni di NES, e 49 di SNES, per non parlare dei 150 e passa milioni di DS venduto globalmente nel suo ciclo vitale.

1

Dal punto di vista del software, sono stati venduti 96,52 di giochi su Wii U, corrispondenti a una media di 7,1 acquisti per console. La cifra presa in sé non è male, e dimostra la fiducia in Nintendo da parte di chi ha comprato la console.

Il più venduto (e di molto) è Mario Kart 8:

  1. Mario Kart 8 - 8.26 million
  2. New Super Mario Bros U - 5.62 million
  3. Super Mario 3D World - 5.47 million
  4. Nintendo Land - 5.16 million
  5. Super Smash Bros. for Wii U - 5.16 million
  6. Splatoon - 4.76 million
  7. Super Mario Maker - 3.89 million
  8. New Super Luigi U - 2.89 million
  9. The Legend of Zelda: The Wind Waker HD - 2.11 million
  10. Mario Party 10 - 2.04 million

I problemi di Wii U sono stati innanzitutto il marketing. Nintendo stessa è cosciente di aver trasmesso un messaggio confusionario nel presentare la console, con molti consumatori che inizialmente avevano inteso si trattasse di un add-on per Wii. Poi sicuramente l'assenza di titoli third party, con sviluppatori e publisher letteralmente fuggiti dopo i primi 2 anni (la classifica software la dice lunga in tal senso) per via di un hardware che non permetteva porting diretti se non da generazione precedente e per le vendite che non decollavano. Infine l'abbandono stesso da parte di Nintendo, che ha mancato di produrre alcune grandi IP che normalmente si vedono su ogni console Nintendo.

2
La didascalia di questa foto di presentazione la dice lunga sui progetti che aveva Nintendo per questa console, totalmente mancati.

Wii U non era affatto partita male nelle vendite, visto che la console aveva piazzato 400.000 unità al lancio in US, addirittura un numero maggiore rispetto a PS3. Tuttavia, la console rimase a lungo negli scaffali nei primi mesi dopo l'arrivo sul mercato. Le cose andranno meglio con Switch? Si spera, visto che Nintendo ha dichiarato che non commetterà nuovamente gli errori fatti con Wii U.

Chi di voi comprerà Switch? E per quale motivo? Fateci sapere!

Vai ai commenti (36)

Altro su Wii U

Riguardo l'autore

Marco Procida

Marco Procida

Redattore

Contenuti correlati o recenti

ArticoloWorld of Horror - prova

Lovecraft e Junji Ito si incontrano in un'opera che sprizza unicità.

ArticoloQuando Sony ha cancellato un promettente LittleBigPlanet per PC fan-made - articolo

Vi raccontiamo la storia di LittleBigPlanet Restitched, progetto fan-made per PC che Sony ha fatto cancellare.

Days of war - recensione

La Seconda Guerra Mondiale, come l'abbiamo già vista.

Articoli correlati...

Commenti (36)

I commenti ora sono chiusi. Grazie per avere partecipato!

Nascondi i commenti coi punteggi più bassi
Ordine
Visualizza