Mentre il Digital Foundry sta continuando ad analizzare l'aspetto tecnico della console, il producer Yoshiaki Koizumi ha recentemente parlato della nascita di Nintendo Switch e del perché la pura potenza non sia fondamentale per questa nuova piattaforma.

In un'intervista concessa a Game Informer, Koizumi ha rivelato quale fosse la visione iniziale per questa nuova console.

"Pensiamo sempre a nuovo hardware e abbiamo iniziato a lavorare su questo progetto circa tre anni fa. Da allora ci sono state molte discussioni all'interno del nostro staff e abbiamo provato molte cose diverse. Il concetto di esperienza sociale per i sistemi che abbiamo sviluppato in passato era garantire la possibilità di giocare insieme all'interno del salotto. Per rendere fattibile questo aspetto nel mondo di oggi abbiamo deciso che un'esperienza che fosse godibile ovunque avrebbe massimizzato il numero di persone che possono divertirsi con i nostri giochi e quindi abbiamo deciso per questo progetto.

1

La seconda domanda verte sull'approccio di Nintendo alla creazione di console e sul fatto che la velocità della GPU e la pura potenza siano meno importanti di altre feature.

"Per Nintendo l'asse del miglioramento di ogni nuova generazione è il concetto alla base del sistema. Per rendere possibile giocare con un sistema a casa o in movimento senza soluzione di continuità abbiamo dovuto usare una prospettiva diversa e considerare fattori come l'uso della batteria da parte del soc (system on chip). Questo è un asse diverso rispetto a migliorare semplicemente la potenza di elaborazione quindi abbiamo selezionato elementi di design che fossero adatti al tipo di prodotto che volevamo creare. Questo in definitiva è stato il caso di Nintendo Switch".

Cosa pensate delle parole di Koizumi e della scelta di lanciare una console così diversa dalla concorrenza?

Riguardo l'autore

Alessandro Baravalle

Alessandro Baravalle

Redattore

Si avvicina al mondo dei videogiochi grazie ad un porcospino blu incredibilmente veloce e a un certo "Signor Bison". Crede che il Sega Saturn sia la miglior console mai creata e che un giorno il mondo gli darà ragione.