Fall of Light - prova

Un souls like con una venatura poetica.

Al Let's Play, evento a tema videoludico organizzato nella città di Roma e terminato qualche giorno fa, abbiamo avuto modo di provare Fall of Light, un interessante titolo sviluppato in Italia da sole due persone. Al festival romano del videogioco abbiamo avuto il piacere d'incontrare direttamente gli sviluppatori di Fall of Light, cogliendo così l'opportunità di porre loro qualche domanda per fare chiarezza sul progetto. L'idea alla base è di creare un'esperienza originale, unendo le caratteristiche di Dark Souls a quelle di un titolo più poetico, come Ico.

In Fall of Light prenderemo il controllo di un cavaliere di nome Ombra, che dovrà affrontare un'avventura alquanto singolare: in un mondo in cui le tenebre hanno divorato quasi tutto, saremo chiamati a proteggere e guidare Luce, la figlia del protagonista e una tra gli ultimi bambini "indaco", che in sé possiede quelli che vengono chiamati "frammenti di luce", scintille di energia che appartengono solo a poche persone nel mondo. Proprio questa sua natura la rende pericolosa agli occhi delle forze dell'Oscurità, che vogliono rapirla per spegnere uno dei pochi resti di luce che ancora sopravvivono nel mondo.

Essendo ispirato a Dark Souls, saranno presenti nemici che sono in grado di ammazzare il nostro eroe in pochi colpi, ma non solo. La morte del nostro prode cavaliere potrà avvenire anche in maniera accidentale, come cadendo da un dirupo o a causa delle trappole, sparse nelle varie aree da esplorare. Per il giocatore sarà possibile salvare, ovviamente, solo nel momento in cui troverà i falò, presenti in zone specifiche. Sempre ricalcando il genere dei souls like, morire comporta il ricominciare dall'ultimo falò visitato.

1
In Fall of Light prenderemo il controllo di Ombra, cavaliere dall'aspetto tetro.

Il ruolo di Luce è fondamentale: inizialmente sarà solamente in grado d'illuminare il mondo scuro che ci circonda, divorato dalle tenebre. Successivamente Luce acquisirà delle abilità specifiche che la renderanno indispensabile per il proseguimento dell'avventura. Il nostro eroe, invece, ha a sua disposizione un set di armi, ognuno dei quali con le proprie peculiari caratteristiche, come una diversa velocità di attacco, potenza o gittata (se si tratta di armi a distanza). Spetterà al giocatore scegliere quale set di armi sfruttare al momento giusto, in base al proprio gusto personale o ai nemici che dovrà affrontare.

Visivamente parlando, Fall of Light si presenta come un gioco con visuale isometrica in terza persona, ricordando molto da questo punto di vista un Diablo like. Pur trattandosi di una versione in fase di sviluppo, quella che gli sviluppatori ci hanno fatto provare al Let's Play, siamo rimasti sorpresi nel vedere un frame rate molto stabile, tanto da non notare rallentamenti di alcun tipo in oltre un'ora di prova.

Il cuore del gameplay di Fall of Light consiste nel trovare il giusto bilanciamento tra il guidare Luce (lei seguirà il giocatore solo se richiamata o tenuta per mano) e utilizzare Ombra. Luce è dotata di una propria stamina, che andrà tenuta d'occhio se non la si vuole vedere cadere a terra distrutta dalla stanchezza. Da menzionare anche la lanterna: importante oggetto che ci permette d'illuminare l'ambiente circostante quando non abbiamo Luce di fianco a noi. Oltre a illuminare zone d'ombra, la lanterna è uno strumento utile per avanzare nel gioco, infatti solo grazie ad essa saremo in grado di bruciare elementi ambientali, come le ragnatele. I combattimenti non sono troppo difficili, ma il gioco punisce chi non usa in maniera sapiente la stamina a disposizione, buttandosi nel vivo dell'azione senza alcuna riflessione, altro punto in comune con i souls like.

2
Il giocatore sarà chiamato a gestire i momenti in cui guidare Luce o combattere i nemici.

Gli sviluppatori hanno inoltre confermato di non voler far correre troppo il giocatore, proprio per valorizzare quella componente poetica e riflessiva che trae ispirazione da Ico. Lo scopo è infatti quello di trasmettere l'emozione di una storia, da vivere con la dovuta calma, osservando il suo avanzare di pari passo con l'evoluzione di Luce.

Tirando le somme, possiamo dire che questo Fall of Light è un titolo non solo promettente, ma anche una scommessa originale, che sa unire sapientemente due anime differenti: il gameplay tattico di un souls like e la poesia di un'opera come Ico. La finestra di lancio purtroppo non è ancora stata confermata, ma senza dubbio manca ancora qualche mese di lavoro. Fall of Light sarà disponibile inizialmente solo su PC, acquistabile da varie piattaforme tra cui anche Steam e GoG, ma gli sviluppatori vorrebbero in futuro pubblicare il titolo anche su console, se dovesse ricevere un buon apprezzamento da parte del pubblico.

Vai ai commenti (3)

Riguardo l'autore

Mario Giannetti

Mario Giannetti

Redattore

Appassionato di tutto ci che MOBA, RPG e giochi di carte collezionabili.

Contenuti correlati o recenti

Articoli correlati...

Commenti (3)

I commenti ora sono chiusi. Grazie per avere partecipato!

Nascondi i commenti coi punteggi più bassi
Ordine
Visualizza