La grafica di The Legend of Zelda: Breath of the Wild sacrificata in favore della "responsività" del gameplay

Questa la scelta del team di sviluppo.

Per quanto il comparto grafico di The Legend of Zelda: Breath of the Wild risulti complessivamente di sicuro impatto, in parecchi hanno indicato la presenza di un downgrade rispetto al reveal dell'E3 2014. Il downgrade, tenendo in considerazione le parole degli sviluppatori, potrebbe esserci effettivamente stato per una ragione estremamente semplice e comprensibile.

A toccare l'argomento l'art director, Satoru Takizawa e il technical director, Takuhiro Dohta, all'interno dell'ultimo video dedicato al making of del gioco. Ecco le loro dichiarazioni riportate da WccfTech:

"In quanto team responsabile per il design e l'aspetto artistico, ovviamente volevamo proporre una grafica bellissima e realistica ma ciò su cui ci siamo concentrati maggiormente era progettare questo aspetto per far si che corrispondesse alle feature del gioco e facilitasse un gameplay confortevole per l'utente. Quando ci fu la necessità di decidere se rendere il gioco più bello da vedere o maggiormente responsivo giocando, abbiamo sempre scelto di dare priorità alle feature del gioco e migliorare la responsività. Spero che i giocatori vivano il mondo in prima persona e non guardino solo i video del titolo.

1

"Questo gioco ha diversi pregi dal punto di vista tecnico, come il mondo vasto e senza soluzione di continuità, ma ciò che volevo che i giocatori notassero è come ogni utente abbia la propria esperienza di gameplay unica e personale. Quando stavamo creando il gioco , volevamo far si che il giocatore potesse fare quasi tutto ciò che desiderasse. Non c'è un modo "giusto" per giocare a questo Zelda quindi spero che troviate uno stile di gioco che vi faccia divertire".

Il director, Hidemaro Fujibayashi, ha infine parlato della struttura dell'open-world e di come il team abbia cercato di inserire qualcosa di sorprendente in ogni luogo del mondo di gioco.

Cosa pensate delle dichiarazioni di questi membri del team che ha dato vita a The Legend of Zelda: Breath of the Wild?

Vai ai commenti (100)

Riguardo l'autore

Alessandro Baravalle

Alessandro Baravalle

Redattore

Si avvicina al mondo dei videogiochi grazie ad un porcospino blu incredibilmente veloce e a un certo "Signor Bison". Crede che il Sega Saturn sia la miglior console mai creata e che un giorno il mondo gli darà ragione.

Contenuti correlati o recenti

In Death Stranding viaggeremo attraverso varie aree degli USA

L' appuntamento con la Gamescom ha svelato ulteriori dettagli sulla nuova opera di Kojima.

Death Stranding: secondo Geoff Keighley il pubblico non è ancora pronto per le funzionalità online del gioco

Il giornalista e produttore crede che gli elementi online siano stati sottovalutati.

Articoli correlati...

Control si mostra in uno spettacolare trailer di lancio

Pronti ad entrare in un mondo misterioso ed ostile?

ArticoloControl - prova

Remedy stupisce con un potenziale gioiello.

Death Stranding non compare più come esclusiva PS4 sul sito ufficiale di Sony

L'attesissimo gioco di Kojima arriverà su altre piattaforme?

Commenti (100)

I commenti ora sono chiusi. Grazie per avere partecipato!

Nascondi i commenti coi punteggi più bassi
Ordine
Visualizza