Il futuro delle console rimane un vero e proprio punto domanda sotto diversi aspetti e le possibilità sembrerebbero davvero parecchie. Mentre alcuni sono convinti che il futuro sarà rappresentato ancora da un ciclo di console piuttosto classico, altri prevedono aggiornamenti molto più ravvicinati arrivando quasi al modello degli smartphone.

La possibilità di avere delle piattaforme migliorabili modificando le componenti interne è concreta e da non sottovalutare? Phil Spencer, capo della divisione gaming di Microsoft non ne è particolarmente convinto. Ecco quanto ha dichiarato su Twitter come riportato da GameSpot.

"L'idea che gli utenti apriranno una console e cambieranno dei componenti all'interno mi sembra un po' forzata, campata per aria".

Questo breve commento rientra in fondo in ciò che Spencer ha già dichiarato in passato: "Aprirò la mia console e inizierò ad effettuare upograde di ogni singolo pezzo? Questo non è il nostro piano. C'è qualcosa di speciale in ciò che accade con una console. Compri un dispositivo; lo colleghi alla TV; funziona quando attacchi la corrente. Non è che arriverò a spedire un set di cacciaviti con ogni console che uscirà".

Il modello Steam Machine non sembra rappresentare il futuro immediato delle console. Cosa pensate delle parole di Spencer?

Riguardo l'autore

Alessandro Baravalle

Alessandro Baravalle

Redattore

Si avvicina al mondo dei videogiochi grazie ad un porcospino blu incredibilmente veloce e a un certo "Signor Bison". Crede che il Sega Saturn sia la miglior console mai creata e che un giorno il mondo gli darà ragione.

Altri articoli da Alessandro Baravalle