Black Ops 2 arriva su Xbox One grazie alla retrocompatibilità: l'attesa è valsa la pena? - analisi delle prestazioni

È la versione console più fluida, e ci sono ancora migliaia di giocatori online. 

Il capo di Xbox, Phil Spencer, per il momento può dormire sonni tranquilli. Dopo mesi di 'feedback' senza sosta dagli utenti, Call of Duty: Black Ops 2 è finalmente disponibile per gli utenti Xbox One tramite il servizio di retrocompatibilità con Xbox 360. E non è una sorpresa, visto che virtualmente per ogni titolo retrocompatibile che vediamo arrivare ultimamente, l'Xbox One rappresenta il modo definitivo per giocare questi classici, quanto meno su console.

Si tratta di una release interessante non solo perché Black Ops 2 è uno dei titoli di maggior successo del franchise Call of Duty, ma anche perché è il miglior esponente della serie della precedente generazione di console. Ed è vero che i più recenti capitoli di COD sono stati (seppur con qualche scrematura) rilasciati su console last-gen, ma Black Ops 2 è l'ultimo grande episodio della serie pensato appositamente per quelle macchine.

Call of Duty: Black Ops 2 dimostra anche quanto siamo andati avanti dal punto di vista delle aspettative di qualità dell'immagine su console. Gira a 880x720 su Xbox 360, una risoluzione abbastanza bassa, ma allo stesso tempo il frame-rate tiene meglio di quanto vi aspettereste. Non è un gioco impressionante se paragonato agli standard moderni, ma Treyarch spingeva i limiti del suo engine quando il gioco usciva sul mercato nel 2012. In aggiunta al target di 60fps, il team di sviluppo ha introdotto effetti grafici per l'acqua, migliorato l'illuminazione e aggiunto altre interessanti caratteristiche. La scena in cui si indossa una tuta alare per infiltrarsi in un insediamento nemico tiene ancora il passo dei tempi. Questo è probabilmente il titolo di Call of Duty più complesso e pesante dal punto di vista tecnico della scorsa generazione.

E questa re-release su Xbox One beneficia anche dal fatto di derivare dalla migliore versione disponibile su last-gen. Girava infatti più fluidamente rispetto alla controparte PS3 e dava letteralmente la polvere alla versione Wii U (anche nella sua forma totalmente patchata, da cui abbiamo catturato questo nuovo video).

John Linneman fa partire Call of Duty: Black Ops 2 su Xbox One, e lo confronta con le versioni last-gen del gioco.

Per quanto il gioco fosse bello non era perfetto, visto che presentava diversi rallentamenti ed effetti di stuttering evidenti particolarmente nella campagna. L'Xbox One sostanzialmente prende la versione Xbox 360 ed utilizza la GPU più potente per fluidificare il tutto e risolvere molti problemi prestazionali. Il risultato finale non è comunque privo di sbavature (forse Scorpio riuscirà nell'impresa finale) ma il fatto è che questa è al momento la versione console più fluida di questo gioco che potete comprare.

Senza dubbio la campagna è molto valida ma è molto più probabile che vi lanciate nella modalità multiplayer e in quella zombie, ed in questo ambito l'Xbox One si comporta senza intoppi. Analizzando quindi prima il multiplayer, la prima cosa che abbiamo scoperto è che occorre effettuare il download del map pack Nuke Town, ora obbligatorio. Per fortuna il sistema di gestione dei DLC per i giochi 360 è ben implementato su Xbox One, e la procedura è stata rapida e indolore.

Dopo aver completato il download non abbiamo avuto intoppi ad entrare in una partita, e per fortuna ci sono ancora un sacco di persone che giocano a Black Ops 2 online al giorno d'oggi. Una volta in partita, il frame-rate s'inchioda a 60fps e non cala praticamente mai. Ogni match che abbiamo sostenuto è riuscito a fornirci un livello prestazionale quasi senza sbavature.

La popolare modalità survival Zombie di Treyarch è ancora giocata da migliaia di persone e non abbiamo avuto alcuna difficoltà a lanciarci in partite da 30 minuti. La performance è molto simile a quella della modalità multiplayer nel complesso, con un frame-rate stabile a 60fps durante gran parte del match. Comunque, quando ci sono esplosioni che riempiono l'intero schermo, le prestazioni calano leggermente e notiamo dei brevi rallentamenti.

Tirando le somme, la prestazioni su Xbox One sono eccellenti. Si tratta della migliore soluzione per giocare a Black Ops 2 su console, e si lascia giocare ancora piacevolmente grazie al suo frame-rate alto e stabile. Se avete bei ricordi di questo gioco e state pensando di riprenderlo, la versione Xbox One retrocompatibile vi offre un modo grandioso per farlo. Mettete in conto però una risoluzione piuttosto bassa (è uno degli aspetti per cui il gioco appare invecchiato male), ma è il risultato della volontà di Treyarch di spingere l'ultima versione del CPD engine quanto più possibile sulla scorsa generazione di console.

E adesso, inizia virtualmente (l'indefinita) attesa per le versioni retrocompatibili dei due titoli della serie Modern Warfare…

Vai ai commenti (5)

Riguardo l'autore

John Linneman

John Linneman

Staff Writer, Digital Foundry

An American living in Germany, John has been gaming and collecting games since the late 80s. His keen eye for and obsession with high frame-rates have earned him the nickname "The Human FRAPS" in some circles. He’s also responsible for the creation of DF Retro.

Contenuti correlati o recenti

Articoli correlati...

Commenti (5)

I commenti ora sono chiusi. Grazie per avere partecipato!

Nascondi i commenti coi punteggi più bassi
Ordine
Visualizza