Per Patcher le microtransazioni di Halo 5 hanno avuto più successo di tutti i precedenti DLC

Almeno dal punto di vista finanziario.

343 Industries ha inserito le microtransazioni in Halo 5: Guardians con l'intento di finanziare lo sviluppo di nuove mappe e contenuti aggiuntivi per il titolo, rendendole di fatto gratuite per tutti i giocatori. In questo modo la community è potuta rimanere unita, senza divisioni di sorta tra chi ha acquistato un DLC e chi invece ha solo i contenuti originali del gioco.

h5

Come riporta Gamingbolt, secondo il famoso analista Michael Patcher le microtransazioni sono state un successo nel caso di Halo 5, rivelandosi finanziariamente più rilevanti di tutti i DLC precedenti nella storia del franchise. Il bacino d'utenza del gioco ha beneficiato particolarmente di questa strategia, rimanendo compatto senza la necessità di comprare continuamente nuovi DLC aggiuntivi.

Le tanto odiate microtransazioni si rivelano quindi più utili nei confronti dei giocatori di quel che ci si aspettava, tanto che anche Ubisoft sta adottando un sistema analogo a quello usato da Microsoft con Rainbow Six Siege.

Vai ai commenti (8)

Riguardo l'autore

Marco Brigato

Marco Brigato

Redattore

Appassionato di lettura e videogiochi, i suoi generi preferiti sono il distopico e lo sci-fi. Adora gli open world ma è convinto che niente possa raccontare una storia meglio di una precisa ed ispirata "narrativa su binari". Se potesse, investirebbe miliardi nella VR; nemico naturale del salmone e delle password.

Contenuti correlati o recenti

Articoli correlati...

Commenti (8)

I commenti ora sono chiusi. Grazie per avere partecipato!

Nascondi i commenti coi punteggi più bassi
Ordine
Visualizza