Everybody's Golf - prova

La colorata e frizzante serie golfistica si appresta ad arrivare su PlayStation 4 con tante novitÓ.

Lo scorso weekend si è svolto un test multiplayer privato di Everybody's Golf, titolo in sviluppo presso JAPAN Studio e Clap Hanz ed in uscita su PS4 il prossimo 30 agosto, e ci siamo fiondati a provarlo per farci una prima idea di questo ennesimo capitolo della longeva saga golfistica.

Per chi non lo sapesse, Everybody's Golf (noto in Nord America come Hot Shots Golf) è una delle serie di videogiochi più durature sulle console Sony, visto che ha debuttato sulla prima PlayStation nel lontano 1997 per poi passare su praticamente ogni piattaforma. E per celebrare questo ventesimo anniversario, Sony ha ben pensato di lanciare un capitolo tutto nuovo (sebbene il nome sia sempre lo stesso) per la sua console casalinga current-gen.

A dispetto della continuità nel nome (inizialmente quello scelto era New Everybody's Golf, ma perché cambiare!?) questo Everybody's Golf per PlayStation 4 presenta diverse novità rispetto ai capitoli passati. Innanzitutto, viene abbandonata la formula classica dei personaggi precostituiti e di sbloccaggio di quelli più forti tramite la carriera. Stavolta ci verrà chiesto di creare il nostro alter-ego all'inizio del gioco tramite un editor mediamente sfaccettato: una volta realizzato il nostro personaggio potremo personalizzarlo acquistando una miriade di vestiti e accessori tramite lo shop interno al gioco e farlo salire di livello compiendo le più svariate azioni.

1
L'interfaccia è chiara e dettagliata, il livello di dettaglio davvero niente male. Vedremo costantemente la posizione degli altri giocatori online presenti sul percorso.

Il secondo elemento di rottura con la serie è l'approccio coi terreni di gioco. Non ci saranno più campi e tornei su cui spostarsi in sequenza. Adesso Everybody's Golf è più simile a un MMO open world; ogni giocatore può vagare liberamente per i percorsi spostandosi a piedi o tramite autovetture. Ci si può fermare presso le singole buche per cimentarsi in una sessione, ma non solo. Assieme a noi vedremo anche gli altri giocatori online connessi e potremo interagire con loro tramite alcuni script precostituiti. Nei vari campi compariranno di volta in volta anche monete e vari oggetti da raccogliere che varieranno periodicamente, fattore che invoglia il giocatore all'esplorazione e all'interazione con gli altri utenti. E ci saranno anche attività secondarie in cui cimentarsi, come la pesca nei laghetti.

Questa fase di test a ingresso chiuso era incentrata sulla componente online multiplayer e tutte le modalità di gioco ci erano precluse eccezion fatta per la classica Campo Aperto e per l'inedita "All'Ultima Buca". La prima consiste in un percorso di 9 buche in sequenza nell'unico tracciato disponibile in questa versione di prova, mentre la seconda propone un gameplay molto particolare e divertente. Nella modalità Campo Aperto il gameplay si presenta abbastanza standardizzato: al termine di ogni buca appare lo schemino con il punteggio parziale e totale, ed una volta terminato il percorso ci veniva indicata la nostra posizione nella leaderbord, ed il nostro piazzamento rispetto agli ultimi 10 concorrenti in quella stessa sessione. A seconda del punteggio ottenuto, ci veniva assegnato un quantitativo proporzionale di monete che possono essere spese nello shop in-game per comprare vestiti, accessori per l'abbigliamento e palline speciali che garantiscono particolari bonus al tiro.

All'Ultima Buca propone invece un match a squadre in cui il team rosso ed il team blu hanno 10 minuti a disposizione per ottenere la supremazia nel maggior numero possibile di buche. I giocatori devono sbrigarsi a completare le buche del percorso ottenendo il miglior punteggio: un par darà 1 punto alla squadra per quella buca, un birdie 2 punti, un eagle 2 punti, e così via. Allo scadere del tempo, vincerà la squadra che controlla il maggior numero di buche sul percorso. In questa modalità di gioco i giocatori hanno libero arbitrio nella scelta delle buche, ma occorre una buona strategia per ridurre al minimo i tempi morti negli spostamenti, tempo che conviene invece spendere per migliorare il punteggio nelle varie buche. Il gameplay che ne viene fuori è davvero frenetico e frizzante, ma bisogna agire con calma senza farsi prendere dalla fretta ed evitare colpi falsi (si sa che il golf è uno sport che richiede concentrazione e pazienza!).

2
Potremo creare il nostro alter-ego a nostra discrezione tramite un discreto editor. Il nostro personaggio potrà essere modificato nell'aspetto e nel vestiario in ogni momento.

Passando all'aspetto puro e tecnico della "simulazione golfistica" (ricordiamo che si tratta pur sempre di un gioco dall'approccio arcade), a ogni colpo è possibile scegliere quale mazza usare, driver in legno o le mazze di ferro. L'interfaccia grafica ci indicherà la portata di ogni mazza, avvisandoci prontamente se la mazza scelta supera la distanza necessaria da coprire. Il sistema imposterà automaticamente la mazza consigliata per ogni colpo, ma per portarsi sotto il par servirà una strategia aggressiva per tentare qualche colpo azzardato, scegliendo ad esempio più volte il legno1 nelle buche Par5 e Par4. Lo swing si esegue con l'impostazione classica a tre tocchi: il primo per avviare lo swing, il secondo per impostarne la potenza, ed il terzo per impostare l'angolazione. Un colpo perfetto (o vicino alla perfezione) ci darà un bonus di potenza e contribuirà a incrementare l'esperienza maturata con la mazza in questione; eseguendo diversi colpi perfetti in sequenza si salirà di livello aumentando le statistiche della singola mazza e migliorando quindi portata, precisione ed effetto backspin.

Ne consegue che saremo invogliati a sferrare colpi potenti e precisi per salire più velocemente di livello e diventare quindi più forti e in grado di competere più efficacemente nei tornei online. Per eseguire diversi birdie o addirittura eagle sarà infatti assolutamente necessario incrementare potenza e precisione nello swing con ogni mazza, rendendo la pratica una cosa necessaria ma allo stesso tempo motivante.

Un aspetto che ci è piaciuto particolarmente di Everybody's Golf è stata la presenza degli altri giocatori connessi online sul nostro stesso percorso. Mentre ci spostavamo per le buche ed eseguivamo i vari swing comparivano infatti gli alter-ego di utenti da tutto il mondo, potevamo assistere alle loro prestazioni più o meno lodevoli, fattore che ha contribuito non poco a farci percepire un mondo vivo e popolato, che ha spezzato la sensazione di solitudine e monotonia che si può provare durante questo sport.

Tirando le somme, questa closed beta multiplayer di Everybody's Golf ci ha fornito solo un assaggio di quelle che saranno le modalità di gioco disponibili nella versione finale del gioco, ma quel che abbiamo visto ci è piaciuto. Le novità rispetto al passato non sono poche e sono di rilievo. E oltre a quelle del gameplay vi sono anche quelle tecniche: il gioco mantiene infatti lo stile fumettoso per i personaggi, ma il mondo di gioco è realizzato con una notevole qualità grafica e fa pieno uso della potenza di PlayStation 4. Il frame-rate è impostato a 30fps su PS4 standard e viene mantenuto quasi sempre (abbiamo sperimentato qualche calo, ma si tratta di una versione beta). Non vediamo quindi l'ora di provare il gioco completo, magari all'imminente E3, in attesa della release prevista per il 30 agosto prossimo.

Vai ai commenti (5)

Riguardo l'autore

Marco Procida

Marco Procida

Redattore

Contenuti correlati o recenti

Articoli correlati...

Lupin 2 - recensione

Una divertente e appassionante rivisitazione di un celeberrimo personaggio letterario.

Metroid Dread in azione in un nuovo video gameplay

Il gioco Ŕ stato annunciato al Nintendo Direct E3 2021.

Commenti (5)

I commenti ora sono chiusi. Grazie per avere partecipato!

Nascondi i commenti coi punteggi più bassi
Ordine
Visualizza