Crash Bandicoot N. Sane Trilogy è stato sviluppato quasi interamente da zero

Un lavoro sicuramente immenso.

Vicarious Visions si è presa l'onore di riportare Crash Bandicoot su PS4 grazie a Crash Bandicoot N. Sane Trilogy, ed in un'intervista rilasciata ad Ars Technica ha dichiarato quanto difficile è stato lo sviluppo del titolo, dovendo partire praticamente da zero.

Il gioco infatti è stato sviluppato praticamente da zero, perché il motore di gioco costruito da Naughty Dog su PS1 risultava inutilizzabile per i ragazzi di Vicaroius: l'accesso ad ogni stringa di codice era bloccato. Come riporta AOTF Nonostante questo però sia Sony che Naughty Dog sono intervenute cercando di risolvere il problema e fornendo del materiale al team, ma molti dei dati erano fortemente criptati e quindi difficili da usare.

uv

Dopo un lungo lavoro di decodifica, però, Vicarious è riuscita ad utilizzare quei dati per costruire le basi della N.Sane Trilogy; una volta realizzato qualche prototipo, il team ha speso parecchio tempo nel confrontare quanto prodotto con i titoli originali, in modo da rimanere fedele alla formula del franchise, ascoltando anche i consigli di qualche tester ed hardcore gamer.

E voi cosa ne pensate? Acquisterete Crash Bandicoot N. Sane Trilogy?

Vai ai commenti (1)

Riguardo l'autore

Marco Brigato

Marco Brigato

Redattore

Appassionato di lettura e videogiochi, i suoi generi preferiti sono il distopico e lo sci-fi. Adora gli open world ma è convinto che niente possa raccontare una storia meglio di una precisa ed ispirata "narrativa su binari". Se potesse, investirebbe miliardi nella VR; nemico naturale del salmone e delle password.

Contenuti correlati o recenti

Articoli correlati...

Commenti (1)

I commenti ora sono chiusi. Grazie per avere partecipato!

Nascondi i commenti coi punteggi più bassi
Ordine
Visualizza