L'origine dei poteri di Billie e tanti altri dettagli di Dishonored: La Morte dell'Esterno

Storia, gameplay e molto altro.

Tornare nel mondo di Dishonored non può che farci piacere dopo due titoli di assoluta qualità che hanno definitivamente consacrato il lavoro dei ragazzi di Arkane Studios premiando la cura per i dettagli di un team che non sta raccogliendo il successo che meriterebbe ma che continua comunque per la propria strada.

Dishonored: La Morte dell'Esterno è una sorta di spin-off assolutamente standalone che seguirà le vicende di Billie Lurk e del suo mentore Daud alle prese con una missione davvero particolare: eliminare l'Esterno. Parlando con IGN, il boss di Arkane, Harvey Smith, ha confermato che i poteri di Billie derivano da degli eventi di Dishonored 2. Billie è rimasta in un certo senso intrappolata a metà tra la realtà e l'Oblio (la dimensione dove risiede l'Esterno). I suoi poteri non derivano da un marchio dell'Esterno ma da questa peculiare situazione.

Billie ha, sostanzialmente, un intero braccio composto dall'essenza stessa dell'Oblio e dal pugnale che è stato utilizzato per sacrificare il ragazzino che poi divenne l'Esterno. Il suo occhio finto, inoltre, è chiamato l'"Occhio di un dio morto".

Com'è facilmente intuibile la protagonista potrà anche sfruttare dei poteri unici come Displace, un potere di movimento completamente diverso da quelli di Corvo o Emily. Si tratta di una sorta di teletrasporto: dovete posizionare un indicatore e poi potrete muovervi come volete all'interno del livello fino a quando non deciderete di tornare nuovamente a quel particolare indicatore. Si tratta di un potere molto duttile e particolarmente adatto a tendere delle imboscate ai nemici.

Smith sottolinea come non sia necessario aver giocato anche i precedenti capitoli della serie per godersi Dishonored: La Morte dell'Esterno ma allo stesso tempo ci sono dei collegamenti molto interessanti per i quali sarebbe consigliabile provare anche i due giochi principali e i DLC.

Cosa pensate di questo nuovo titolo dedicato al mondo di Dishonored?

Vai ai commenti (4)

Riguardo l'autore

Alessandro Baravalle

Alessandro Baravalle

Redattore

Si avvicina al mondo dei videogiochi grazie ad un porcospino blu incredibilmente veloce e a un certo "Signor Bison". Crede che il Sega Saturn sia la miglior console mai creata e che un giorno il mondo gli darà ragione.

Contenuti correlati o recenti

Articoli correlati...

ArticoloAlyx sarà in grado di togliere la VR dal suo status di nicchia? - articolo

Half-Life: Alyx sta foraggiando le vendite di headset VR, ma servirà molto di più per far diventare quello VR un mercato sostenibile.

Il dopo Star Wars Jedi: Fallen Order non è solo FPS, Respawn Entertainment vorrebbe esplorare altri generi

Il CEO, Vince Zampella, "stanco" di essere etichettato come uno studio focalizzato sugli FPS multiplayer.

Commenti (4)

I commenti ora sono chiusi. Grazie per avere partecipato!

Nascondi i commenti coi punteggi più bassi
Ordine
Visualizza