Matthies: "i videogiochi sono la più alta forma d'arte"

Parola del creative director di Wolfenstein II: The New Colossus.

Il dibattito sull'effettivo valore artistico dei videogiochi è ormai aperto da diversi anni e gli stessi sviluppatori si dividono tra coloro che si considerano artisti a tutti gli effetti e altri, per esempio Shigeru Miyamoto, che non sono convinti di questo accostamento.

Il creative director di Wolfenstein II: The New Colossus, Jens Matthies, non sembra però avere molti dubbi al riguardo e la sua posizione pare decisamente cristallina. Parlando con Metro GameCentral, Matthies ha toccato proprio questo argomento.

1

"A volte penso: questo è un modo davvero significativo di passare il mio tempo? Ma quella è la grande domanda, è significativo essere un artista? Sicuramente sarai spinto con decisione a dire che l'arte non ha significato, non è così importante ma poi ovviamente abbiamo questa forma d'arte che è considerata come la più bassa che ci sia. Penso che non venga compresa. La considero la più alta forma d'arte perché comprende tutte le altre forme d'arte.

"Per me è la vetta più alta per quanto riguarda le forme d'arte di questi tempi".

Matthies parla chiaro ed è convinto della forza dei videogiochi. Cosa pensate delle dichiarazioni del creative director di Wolfenstein II: The New Colossus e da che parte state in questo particolare dibattito?

Contenuti correlati o recenti

Articoli correlati...

Commenti (14)

I commenti ora sono chiusi. Grazie per avere partecipato!

Nascondi i commenti coi punteggi più bassi
Ordine
Visualizza