Colantonio lascia Arkane Studios perché ha bisogno di un periodo di riposo

"Quello che mi serve adesso è una vacanza"

Solo pochi giorni fa vi abbiamo dato la notizia che Raphael Colantonio, presidente e fondatore di Arkane Studios e recentemente al lavoro come direttore creativo di Prey, avrebbe lasciato la guida della compagnia per sempre. Oggi, in un'intervista con GameLab Barcelona, ha spiegato il perché del suo abbandono ed i retroscena dei suoi ultimi anni lavorativi.

"Circa un anno fa ho sentito il bisogno di concentrarmi su alcune cose non legate al mio lavoro" comincia Colantonio. "Quello che mi serve adesso è una vacanza. immaginate di non essere andati in ferie per 18 anni. Quando sei il capo di una compagnia non vai mai veramente in ferie, perché in realtà non smetti mai di lavorare. Ora voglio solamente entrare in una fase in cui penserò a cosa fare nel mio domani. Non penso di aver chiuso per sempre coi videogames. Io adoro i giochi, ma non ho voglia di lavorare ad un grosso gioco ora. L'ho fatto un sacco di volte, ora voglio pensare ad altro" conclude Colantonio.

ehr

Il fondatore di Arkane continua poi ricordando il lavoro all'interno del team e la collaborazione con Bethesda. "Adoro Arkane Studios e adoro Bethesda, sono stati 18 anni di avventure affascinanti, ed alcuni momenti molto difficili". La collaborazione con Bethesda ha portato poi alla nascita di Dishonored: "Dishonored è stato il primo titolo con cui abbiamo trovato un connubio tra la nostra visione di gioco e l'essere capiti e supportati da un publisher, col giusto marketing. Per noi è stato il momento in cui ci siamo sentiti realizzati, era esattamente il gioco che volevamo realizzare".

E voi cosa ne pensate della dipartita di Colantonio? Vi è piaciuto il suo Prey?

Vai ai commenti (1)

Riguardo l'autore

Marco Brigato

Marco Brigato

Redattore

Appassionato di lettura e videogiochi, i suoi generi preferiti sono il distopico e lo sci-fi. Adora gli open world ma è convinto che niente possa raccontare una storia meglio di una precisa ed ispirata "narrativa su binari". Se potesse, investirebbe miliardi nella VR; nemico naturale del salmone e delle password.

Contenuti correlati o recenti

Articoli correlati...

Witchfire, l'FPS horror che si ispira a Dark Souls ha una finestra di lancio in accesso anticipato e tanti nuovi dettagli

Witchfire è la nuova creatura dei papà di The Vanishing of Ethan Carter e Painkiller.

Recensione | Rainbow Six Extraction - Uno spin-off PVE che ammicca a Siege

Il magnifico gunplay di Rainbow Six Siege, declinato in qualcosa di completamente nuovo.

Battlefield 2042 sarebbe talmente poco popolare che anche i cheater sono tornati a Battlefield 5

Battlefield 5 'meglio' di Battlefield 2042 anche per il numero di cheater...

Battlefield 2042 lancio da incubo, è nella Top 10 dei giochi peggio recensiti su Steam

Le aspettative erano alte, il punteggio di Battlefield 2042 su Steam... non molto.

'Call of Duty: Warzone è un gioco per bambini di 11 anni'

COD: Warzone non piace più a Dr. Disrespect.

Commenti (1)

I commenti ora sono chiusi. Grazie per avere partecipato!

Nascondi i commenti coi punteggi più bassi
Ordine
Visualizza