L'annuncio dei 4,70 milioni di Switch distribuiti arrivato negli ultimi giorni non è di certo passato inosservato ma ha anzi costretto alcuni analisti a rivedere al rialzo le proprie previsioni riguardanti le unità distribuite nel corso dell'anno fiscale che terminerà il marzo del 2018.

È esattamente ciò che è successo a Wedbush Securities, la compagnia di cui fa parte anche il noto analista Michael Pachter. Come riportato da Games Industry, Nintendo starebbe facendo meglio del previsto stupendo anche i più scettici. Wedbush ha deciso di aumentare le proprie previsioni passato dai 10 milioni di unità distribuite ai 12 milioni entro marzo 2018.

"Nintendo sta monetizzando meglio di quanto ci aspettassimo, soprattutto grazie all'hardware e al software di Switch", spiega Pachter. "Pare che la compagnia abbia aumentato la produzione della console ma le scorte arrivano lentamente sul mercato facendo pensare che Nintendo si stia preparando per soddisfare la grande domanda che caratterizzerà il periodo natalizio e in generale la fine dell'anno".

1

Non è solo Switch a far registrare degli ottimi numeri ma anche il mercato mobile sta facendo meglio del previsto portando le previsioni sulle entrate a $80 milioni a trimestre. Un dato impressionante secondo Pachter stesso.

Pachter rimane comunque in parte scettico soprattutto a causa del prezzo e della mancanza di supporto dei grandi AAA third-party.

"Il prezzo di partenza di $300 potrebbe diventare un problema a causa di un'offerta software più ridotta e di un calo del prezzo di PS4 e Xbox One. Per quanto il catalogo first-party sia promettente il supporto dei third-party potrebbe calare ulteriormente. Le grandi uscite della seconda metà dell'anno, inoltre, non arrivano su Switch. Capiremo maggiormente le prospettive della console quando giochi come Call of Duty: WWII, Destiny 2, Star Wars Battlefront II e Assassin's Creed Origins arriveranno sul mercato senza essere disponibili su Switch".

Le previsioni per il futuro della console sono quindi positive ma allo stesso tempo c'è del scetticismo soprattutto a causa della mancanza di supporto delle grandi produzioni third-party. Siete d'accordo con questa analisi?

Riguardo l'autore

Alessandro Baravalle

Alessandro Baravalle

Redattore

Si avvicina al mondo dei videogiochi grazie ad un porcospino blu incredibilmente veloce e a un certo "Signor Bison". Crede che il Sega Saturn sia la miglior console mai creata e che un giorno il mondo gli darà ragione.