Dopo il pasticciaccio brutto di Scalebound l'immagine dei Platinum Games non era più così "platinum" come un tempo, ma per fortuna è arrivato NieR: Automata.

È lo stesso Hideki Kamiya a parlare del ruolo che il gioco ha avuto per lo studio, e a sottolineare l'apporto del suo game director Yoko Taro.

Come riporta Dualshockers, nel cinguettio che vedete qui sopra Kamiya dice che "il successo di NieR: Automata ha portato a Platinum Games nuovi fan e una storia di successo che ha permesso allo studio di crescere."

Kamiya dice poi che "non è esagerato dire che Platinum Games è stata salvata da Yoko Taro. Non potrò mai ringraziarlo abbastanza."

Sono dichiarazioni importanti che evidenziano come anche uno studio affermato possa passare dei brutti momenti e giocarsi tutto, o quasi, con un solo titolo. NieR: Automata, infatti, ha fatto registrare ottimi risultati e soddisfatto le aspettative del publisher Square Enix.

Riguardo l'autore

Alessandro Arndt Mucchi

Alessandro Arndt Mucchi

Redattore

Giocatore cronico, lettighiere notturno, cuoco discreto, giurisprudente perplesso, musicista part-time, giornalista dal 2006. Da sempre esperto di versetti.