Fare uscire un gioco quando ancora la generazione precedente di console Ŕ allettante con i suoi numeri non Ŕ facile: bisogna scegliere su quali piattaforme investire maggiormente e soprattutto decidere tra un gioco completamente next gen e uno a metÓ, con le ovvie limitazioni del caso.

BioWare (ed Electronic Arts chiaramente) ha optato per la seconda opzione con Dragon Age: Inquisition, uscito sia su PC, PlayStation 4 e Xbox One che su PlayStation 3 e Xbox 360.

Inquisitr segnala che, rispondendo ai fan su Twitter, il procuder della serie Mark Darrah ha rimpianto la decisione di uscire anche su old gen e detto che avrebbe preferito fare come CD Projekt RED che, con The Witcher 3, si Ŕ lasciata alle spalle le vecchie console.

Certo Ŕ facile giudicare col senno di poi: al momento dell'uscita non era ancora chiaro come si sarebbe mosso il mercato e non era certo facile ignorare le decine di milioni di PS3 e Xbox 360 sparse per il mondo in avida attesa di un nuovo Dragon Age.

La speranza, comunque, Ŕ di vedere un nuovo capitolo della serie pensato con in mente hardware pi¨ attuali.

Riguardo l'autore

Alessandro Arndt Mucchi

Alessandro Arndt Mucchi

Redattore

Giocatore cronico, lettighiere notturno, cuoco discreto, giurisprudente perplesso, musicista part-time, giornalista dal 2006. Da sempre esperto di versetti.