Con questa generazione che ha assistito al lancio delle cosiddette console mid-gen c'è inevitabilmente parecchia curiosità e fermento all'interno del nostro medium preferito. Quale sarà il futuro delle console? Il concetto di generazione è ufficialmente da pensionare? Le domande sono parecchie e le risposte per il momento rimangono spesso vaghe e poco chiare.

Lo stesso dirigente di Microsoft, Albert Penello, non ha fatto particolare chiarezza in questo senso. Discutendo con MCV in un'intervista riportata da Gamepur, Penello ha risposto in questi termini a una domanda sul ciclo vitale di Xbox One X:

"Teniamo molto alla compatibilità, ci sforziamo parecchio quando si tratta di questa feature e non parliamo solo di retrocompatibilità. Non so cosa ci riservi il futuro ma so che teniamo molto a questo e in questi tempi in cui le persone si interessano più alla community e alle app piuttosto che all'hardware vero e proprio, ci siamo semplicemente mossi basandoci su questo".

1

Penello rimane vago sul ciclo vitale di Xbox One X ma ci tiene a specificare una cosa:

"Non sono di certo un sostenitore del 'pubblicheremo una nuova console ogni anno' ma i consumatori sono più abituati all'idea del poter comprare dei dispositivi con performance diverse. Quando una nuova generazione di hardware arriva sul mercato, le loro cose vecchie funzionano ancora".

Il modello smartphone sembra quindi scongiurato ma manca indubbiamente una certa chiarezza. Quanto potrebbe passare dalla pubblicazione di Xbox One X a quella di un eventuale Xbox Two o Xbox 720? Cosa ne pensate?

Riguardo l'autore

Alessandro Baravalle

Alessandro Baravalle

Redattore

Si avvicina al mondo dei videogiochi grazie ad un porcospino blu incredibilmente veloce e a un certo "Signor Bison". Crede che il Sega Saturn sia la miglior console mai creata e che un giorno il mondo gli darà ragione.

Altri articoli da Alessandro Baravalle