Activision, le ambientazioni storiche potrebbero avere spazio anche dopo Call of Duty: WWII

Ne ha parlato il CEO, Eric Hirshberg.

Call of Duty: WWII, titolo la cui beta console ha avuto termine nella giornata di ieri, segna il ritorno della celebre serie sparatutto alle ambientazioni storiche dopo alcuni episodi ambientati in epoche ben diverse, come ad esempio Infinite Warfare, un gioco che ha trasportato il franchise nello spazio.

Per molti giocatori il ritorno al contesto storico è stata una grande notizia e oggi, probabilmente, i fan saranno felici di sapere che Activison potrebbe dare ancora spazio a questo tipo di ambientazioni, dopo Call of Duty: WWII.

La conferma, come segnalato da Gamingbolt, arriva direttamente dal CEO della compagnia, Eric Hirshberg, che ha dichiarato a Game Informer:

"Sapete che non posso rivelare cose con anni di anticipo. Penso comunque che la scenario della Seconda Guerra Mondiale e, più in generale, i contesti storici siano terreni molto ampi. Direi quindi che c'è tutta la possibilità che qualcuno di essi diventi uno scenario che esploreremo anche più di una volta."

Call_of_Duty_WWII_01_768x432

E voi che ne pensate? Siete a favore delle ambientazioni storiche?

Vi ricordiamo che Call of Duty: WWII sbarcherà su PS4, Xbox One e PC il prossimo 3 novembre.

Vai ai commenti (1)

Riguardo l'autore

Matteo Zibbo

Matteo Zibbo

Redattore

Appassionato di videogiochi e musica (quella pił rumorosa e veloce possibile), ha un'insana passione per i GdR occidentali che gli sta condizionando l'esistenza.

Contenuti correlati o recenti

Articoli correlati...

Commenti (1)

I commenti ora sono chiusi. Grazie per avere partecipato!

Nascondi i commenti coi punteggi più bassi
Ordine
Visualizza