Ubisoft: "Assassin's Creed? Un successo inaspettato, non pensavamo di creare un franchise così importante"

Ecco il documentario Into the Creed.

Per quanto negli ultimi anni abbia sofferto una, sotto molti versi inevitabile, flessione Assassin's Creed rimane uno dei franchise più importanti dell'attuale industria videoludica, un pilastro grazie al quale Ubisoft è riuscita a permettersi di correre qualche rischio e di lanciare nuove IP e progetti minori ma comunque molto interessanti (Grow Home, Child of Light, Valiant Hearts).

In attesa di Assassin's Creed Origins questa serie ha ottenuto dei risultati incredibili in circa dieci anni di permanenza sul mercato ma a quanto pare Ubisoft non si aspettava un'accoglienza del genere. A rivelarlo diversi dirigenti della compagnia francese all'interno del documentario Into the Creed. GameRanx ha, per esempio, riportato le parole dell'executive producer, Sebastien Puel (Brotherhood, Revelations, Black Flag, Unity e altro ancora) e del creative director di Assassin's Creed Origins, Jean Guesdon.

"Non ci aspettavamo assolutamente di ottenere un così grande successo con Assassin's Creed. Eravamo appassionati di storia ma non eravamo certi che potesse creare un interesse così ampio. Ricordo i programmatori parlare di una feature molto interessante del gioco affermando che ci avrebbe permesso di vendere un milione di copie. Oggi siamo tranquillamente oltre i 100 milioni", spiega Puel.

"Eravamo in grado di sentire che Assassin's Creed fosse qualcosa di speciale. All'interno del team si percepiva questa sorta di aura che circondava il gioco. Qualcosa che urlava 'non sono un gioco normale. Sono speciale'", sottolinea invece Guesdon. "Ovviamente nessuno avrebbe potuto prevedere che dieci anni dopo il nostro universo sarebbe diventato ciò che è ora ma la sensazione che stessimo creando qualcosa di notevole (anche se non del tutto compreso) era sicuramente presente".

Un successo inaspettato per Ubisoft nonostante l'evidente potenziale. Voi dopo l'uscita del primo Assassin's Creed vi aspettavate la nascita di un franchise così importante?

Vai ai commenti (2)

Riguardo l'autore

Alessandro Baravalle

Alessandro Baravalle

Redattore

Si avvicina al mondo dei videogiochi grazie ad un porcospino blu incredibilmente veloce e a un certo "Signor Bison". Crede che il Sega Saturn sia la miglior console mai creata e che un giorno il mondo gli darà ragione.

Contenuti correlati o recenti

Articoli correlati...

ArticoloControl - prova

Remedy stupisce con un potenziale gioiello.

Death Stranding non compare più come esclusiva PS4 sul sito ufficiale di Sony

L'attesissimo gioco di Kojima arriverà su altre piattaforme?

Death Stranding innalzerà gli standard del settore videoludico, parola di Troy Baker

Death Stranding sarà un gioco unico, una dichiarazione del talento di Hideo Kojima che alzerà il livello in questo settore.

Commenti (2)

I commenti ora sono chiusi. Grazie per avere partecipato!

Nascondi i commenti coi punteggi più bassi
Ordine
Visualizza