DOOM (Switch) - prova

Un piccolo, grande miracolo.

Londra - A margine dell'evento di presentazione delle novità legate a The Evil Whitin 2 e Wolfenstein II: The New Colossus, Bethesda ha mostrato a sorpresa anche i piccoli gioielli che sta per portare su Nintendo Switch. L'amore tra questi due colossi, mai sbocciato in passato, è finalmente fiorito e sta dando in rapida successione i suoi frutti.

Ed è una collaborazione che potrebbe far bene ad entrambi: i giochi del colosso statunitense, infatti, non hanno praticamente concorrenti sulla console di Nintendo e vanno ad attingere ad un bacino di utenza potenzialmente ancora vergine.

Se vista l'imminente uscita era normale che The Elder Scrolls V: Skyrim fosse presente all'evento, è stato più sorprendente trovare una versione praticamente completa di DOOM, annunciato solo la notte prima, girare in splendida forma su di una console in modalità portatile.

DOOM_Switch_Screenshot_1_1505830713
Il livello di dettaglio è sicuramente inferiore alle versioni Xbox One e PS4, ma l'esperienza è comunque più che godibile.

Grazie a questo piccolo stratagemma lo sviluppatore ha potuto mascherare i compromessi che per forza di cose ha dovuto accettare per portare un gioco dall'impatto grafico così evidente sulla console ibrida di Nintendo senza perdere in fluidità e in qualità generale. Su uno schermo più grande, infatti, le differenze sarebbero state più evidenti esponendo, eventualmente, la conversione a critiche premature.

In questo caso, invece, un po'per il poco tempo che abbiamo potuto dedicare al gioco, un po' per il setup favorevole, non abbiamo potuto che rimanere impressionati dal lavoro di conversione fatto da Bethesda, che ci lascia ben sperare anche per Wolfenstein II: The New Colossus.

DOOM su Switch sembra essere infatti... DOOM! La velocità d'azione, il feeling con le armi e la violenza sembrano essere lì, perfettamente al loro posto, sorretti da un motore grafico che, in attesa del responso del Digital Foundry, a spanne sembra girare fluidamente anche a più dei 30 fotogrammi al secondo dichiarati, anche in modalità portatile.

DOOM_Switch_Screenshot_2_1505830714
Tutte le modalità di gioco saranno incluse, anche se alcune andranno scaricate a parte, anche con la scheda.

Il vero limite sembra essere dato più dai Joy-con, non proprio a loro agio con uno sparatutto in prima persona così veloce e dinamico, che dall'hardware della console. Con il Controller Pro, caldamente consigliato anche dagli addetti di Bethesda presenti, la situazione cambia rapidamente ed è bastato poco per riprendere confidenza con il gameplay frenetico e spettacolare di DOOM.

Il passaggio di hardware e l'arrivo su di una console di Nintendo, da molti sempre vista come troppo family oriented, non ha in alcun modo modificato i contenuti del gioco. Sono lontani i tempi nei quali Mortal Kombat doveva colorare di verde il sangue delle fatality: DOOM per Switch conserva tutta la sua carica di violenta azione con headshot, finisher, combo e sangue. Non manca nulla nel cruento menù proposto dal gioco!

Le incognite a questo punto sembrano essere più legate alla capacità di Bethesda di mantenere un livello qualitativo così elevato in tutte le componenti dell'esperienza. Circolano infatti alcune voci riguardanti l'online, che non dovrebbe trovare posto all'interno della cartuccia ma che andrebbe scaricato a parte con tutti i DLC usciti finora.

DOOM_Switch_Screenshot_3_1505830714
Qualche texture meno definita vale i 60fps?

L'unica cosa che non dovrebbe trovare del tutto posto in questa conversione è SnapMap, ovvero la modalità che consente di creare e scambiare le mappe con i giocatori. Potete resistere senza? Perché in caso affermativo DOOM per Switch potrebbe essere un'aggiunta importante al catalogo di Nintendo Switch.

È uno sparatutto in prima persona adulto e hardcore che manca sulla console di Nintendo, che andrà così ad aggiungere un altro prezioso tassello alla sua solida line-up. Tassello che a differenza di Skyrim, pur avendo riscosso un buon successo, non è stato giocato e riproposto in ogni salsa e su ogni piattaforma, il che potrebbe consentirgli di trovare un ambiente più fertile nel quale prosperare.

Siamo quindi tornati da Londra piuttosto entusiasti di questo DOOM per Switch. Ovviamente il gioco arriverà sulla console di Nintendo, si dice entro fine anno, con alcuni compromessi tecnici, ma questi sembrano non andare ad inficiare le qualità ludiche dello shooter idSoftware. Senza considerare che anche sotto il profilo grafico DOOM sembra rinunciare davvero a pochi dettagli e a un minimo di nitidezza per mantenere una fluidità costante. In attesa di un Digital Foundry che ci spieghi come questo sia stato possibile, vi raccomandiamo di rimanere con noi per avere tutte le notizie e le novità riguardanti il gioco!

Leggi la nostra guida al punteggio

Vai ai commenti (44)

Riguardo l'autore

Luca Forte

Luca Forte

Redattore

Luca si divide tra la gestione del ruspante VG247.it e l'infestare Eurogamer con i suoi giudizi sui giochi sportivi, Civilization, Fire Emblem, Persona e Football Manager. Inviato d'assalto, si diverte a rovinare le anteprime video dei concorrenti di tutto il mondo in modo da fare sembrare le sue pi belle.

Contenuti correlati o recenti

Borderlands 3: Taglia di Sangue - recensione

Tra cowboy, banditi e strane creature.

Disintegration - recensione

L'opera prima di V1 Interactive porta una ventata di aria fresca nel genere degli FPS.

Valorant - recensione

Il nuovo leader degli sparatutto competitivi... forse.

Predator: Hunting Grounds - recensione

Il ritorno del Cacciatore Yautja su PS4 e PC non andato come ci aspettavamo...

Destiny 2: Stagione dell'Intrepido - recensione

Tra Prove di Osiride e poco altro.

Articoli correlati...

Commenti (44)

I commenti ora sono chiusi. Grazie per avere partecipato!

Nascondi i commenti coi punteggi più bassi
Ordine
Visualizza