Atlus contro RPCS3, l'emulatore PS3 finanziato tramite Patreon

Che permette di giocare a Persona 5.

L'emulatore PS3 finanziato tramite Patreon, RPCS3, è al centro di un'accesa discussione, poiché Atlus ha aperto una pratica per violazione di copyright nei confronti degli sviluppatori.

L'emuatore in questione, come riporta Polygon, è divenuto molto popolare perché permette di giocare a Persona 5, ossia l'apprezzato titolo targato Atlus. Proprio da qui parte il reclamo per violazione di copyright.

"Riteniamo che i nostri fan possano avere le migliori esperienze solamente giocando con le piattaforme originali per cui i nostri titoli sono stati progettati. Non vogliamo che l'esperienza di gioco possa venire minata da crash, problemi tecnici o imprevisti dovuti all'emulazione che non possiamo controllare e supervisionare in alcun modo."

Queste le parole contenute nel messaggio pubblicato da Atlus sul proprio sito ufficiale, ma gli sviluppatori dell'emulatore RPCS3, il cui sviluppo è finanziato tramite donazioni ottenute su Patreon, hanno risposto:

"Non vogliamo speculare sulle motivazioni che hanno spinto Atlus ad agire in questo modo, ci auguriamo che possa esserci un canale di comunicazione aperto con il publisher. Siamo convinti di aver agito entro i confini della legalità e continueremo a sviluppare RPCS3."

promo324068006

Che ne pensate di questa vicenda?

Vai ai commenti (1)

Riguardo l'autore

Matteo Zibbo

Matteo Zibbo

Redattore

Appassionato di videogiochi e musica (quella più rumorosa e veloce possibile), ha un'insana passione per i GdR occidentali che gli sta condizionando l'esistenza.

Contenuti correlati o recenti

Articoli correlati...

Commenti (1)

I commenti ora sono chiusi. Grazie per avere partecipato!

Nascondi i commenti coi punteggi più bassi
Ordine
Visualizza