PlayerUnknown's Battlegrounds: dalla Cina arrivano numerose recensioni negative

A causa di una pubblicità. 

Normalmente quando si parla di PlayerUnknown's Battlegrounds siamo abituati a riportare notizie relative a nuovi incredibili record in termini di numeri, anche stavolta vi riportiamo dei numeri che, però, riguardano un "record negativo" per il popolare titolo di Bluehole.

Infatti, come segnalato su VG247.com, negli ultimi quattro giorni sono arrivate dalla Cina più di 20.000 recensioni negative per PlayerUnknown's Battlegrounds. Come mai? Ebbene sembra che la causa di questo "review bomb" sia stato l'inserimento di un pubblicità all'interno di un gioco che non si presenta come free-to-play, per la precisione la pubblicità riguarda una VPN.

Una VPN consente di simulare una connessione da una posizione diversa da quella in cui si risiede realmente, un mezzo usato per aggirare i blocchi regionali su PC. In Cina, al momento, non esistono server locali, i giocatori di PlayerUnknown's Battlegrounds sono costretti a giocare su server con un alto livello di ping e, per aggirare il problema, si dovrebbe ricorrere appunto a una VPN, saltando su server stranieri. Questo spiegherebbe l'inserzione pubblicitaria, ma gli utenti cinesi si sentono costretti ad usare un servizio straniero e preferirebbero, invece, l'apertura di server locali sul suolo cinese.

battlegrounds_shotgun_guy_1

Che ne pensate? Il team di sviluppo di PlayerUnknown's Battlegrounds rivedrà le proprie strategie per quanto riguarda la situazione in Cina?

Vai ai commenti (3)

Riguardo l'autore

Matteo Zibbo

Matteo Zibbo

Redattore

Appassionato di videogiochi e musica (quella più rumorosa e veloce possibile), ha un'insana passione per i GdR occidentali che gli sta condizionando l'esistenza.

Contenuti correlati o recenti

Articoli correlati...

Commenti (3)

I commenti ora sono chiusi. Grazie per avere partecipato!

Nascondi i commenti coi punteggi più bassi
Ordine
Visualizza