PGW 2017: Horizon Zero Dawn: The Frozen Wilds - anteprima

L'ultima sfida di Aloy.

Oltre le estremità del nord, oltre le montagne più alte, si cela un nuovo mondo da esplorare e una nuova tribù, i Banuk, che metteranno alla prova le abilità di Aloy. E la notizia non può che farmi piacere, dato che Horizon Zero Dawn, oltre che essere una delle rivelazioni dell'anno, è stato anche uno dei pochi titoli che ho trovato il tempo di platinare, costretto come sono a saltare da un videogioco all'altro (ma nella vita c'è ben di peggio, sono il primo ad ammetterlo).

Ecco perché quando mi si è presentata la possibilità di sedermi in una meeting room qui a Parigi per assistere alla presentazione del nuovo DLC del giocone dei Guerrilla, non me lo sono fatto ripetere due volte e ho confermato l'appuntamento.

In questa nuova avventura di Aloy, lo scrivevo in apertura, dovremo spingerci nell'estremo nord della mappa. E lì, dove una volta finiva il mondo di gioco, inizierà invece un nuovo scenario tutto innevato, dominato da un minaccioso vulcano, il Thunder's Drum, dal quale non solo eruttano ceneri e lapilli ma anche una nuova minaccia per gli uomini e le macchine.

1
Le nuove terre esplorabili in The Frozen Wilds sono particolarmente inospitali.

I Banuk lo chiamano il Demone e chiaramente gli sviluppatori di Guerrilla non ci hanno voluto dire di più, lasciando a noi il piacere di scoprire di che si tratti. Ma questa misteriosa creatura ha il potere di spaventare le macchine entro il suo raggio d'azione, al punto che noi stessi non potremo usare le cavalcature quando ci troviamo in prossimità delle Torri di Controllo, nuove strutture che sembrano dei vermi giganti usciti dal terreno, che irradiano misteriosi lampi d'energia viola e polveri che paiono spore.

The Frozen Wilds includerà una nuova avventura, nuovi personaggi e nuove creature che si aggirano in una nuova area. E, ovviamente, una serie di miglioramenti previsti per i possessori di PlayStation 4 Pro quali una grafica migliorata, ambientazioni più suggestive e l'immancabile supporto alla risoluzione 4K e HDR.

Il tutto, stando agli sviluppatori, dovrebbe garantirci 15 ore di gioco in più, che a livello narrativo si collocherebbero a circa un terzo dell'avventura principale. Uso il condizionale perché stando a Guerrilla il livello di sfida sarà particolarmente alto, e dunque anche se la trama ce lo consente sarà opportuno presentarsi all'appuntamento col Demone quando Aloy avrà qualche livello d'esperienza in più sulle spalle. Chi invece ha già finito Horizon, potrà giocare questa avventura semplicemente dal caricamento che il titolo effettua automaticamente prima della missione finale.

Queste erano le informazioni da dare prioritariamente. Chi invece sia interessato ad approfondire i dettagli di questa anteprima, sappia che non appena entreremo nella nuova zona verremo attratti da due cose. Il vulcano e il vicino villaggio dei Banuk, intenti a celebrare la morte dei loro più valorosi guerrieri.

Conosceremo così Burgrend, che ci darà le prime indicazioni su ciò che sta succedendo, e subito dopo sarà il turno di Aratak, il capo della tribù. Dopo pochi minuti capiremo così che il nostro obiettivo sarà trovare lo sciamano Ourea, visto l'ultima volta tra le montagne. Ma prima dovremo passare per il suo assistente, Naltuk.

Tutti questo parlare ci permette di notare il mocap migliorato, che unitamente a delle animazioni facciali più accurate e a delle inquadrature nei primi piani un po' più dinamiche, consente di migliorare uno dei pochi punti deboli di Horizon, ossia i dialoghi. Altre novità tecniche riguardano l'introduzione di nuove funzionalità per il photo mode e di nuovi effetti grafici riguardanti la neve. Ma nel complesso si tratta di migliorie che spostano solo marginalmente gli equilibri di un gioco che non mostrava certo il fianco a rilievi di natura tecnica.

In Horizon Zero Dawn: The Frozen Wilds saranno presenti anche nuovi animali che popoleranno le foreste, quali scoiattoli e tassi, ma molto più interessante per noi gamer è l'introduzione di un quarto ramo delle abilità di nome Traveler, che ci permetterà di smantellare gli oggetti per ricavare le materie prime necessarie al crafting, di aumentare gli slot del nostro inventario e di effettuare una nuova mossa chiamata Dismount Strike, con la quale saltare dalla cavalcatura e colpire in volo il nemico.

In generale Guerrilla ha voluto riassumere il nuovo ramo dicendo che migliorerà la "quality of life" dell'esperienza, citando ad esempio il fatto che si potranno raccogliere oggetti da terra stando in sella alla nostra cavalcatura, senza dover scendere ogni volta. Novità queste che probabilmente non cambieranno la sorti dell'universo, ma che renderanno ancora più scorrevole il gameplay di un gioco che necessitava giusto di poche limature.

2
La difficoltà del gioco si attesterà su livelli piuttosto alti, quindi non fatevi trovare impreparati nello sconto con il Demone.

La dimostrazione è poi proseguita col tentativo di ripristino di un Collolungo. Le affascinanti giraffe di Horizon, che col loro disco volante al posto della testa erano capaci di mostrarci nel dettaglio la mappa del gioco, saranno presenti anche in questa espansione. Ma quella relativa alla nuova area di gioco è gravemente danneggiata e ricoperta di ghiaccio. A noi dunque spetterà il compito di ripararla ed effettuare il consueto Overdrive una volta che sarà nuovamente in piedi.

Peccato che il pezzo di ricambio di cui abbiamo bisogno sia protetto da uno Scorcher, una nuova e minacciosa creatura che monta un lanciamine sulla schiena, e che come suggerisce il nome effettua anche brucianti attacchi col fuoco. Come al solito basterà sparare le frecce ad aria compressa sulla sua schiena, così da fare volare via il lanciamine, bloccarla a terra coi tiranti e quindi ucciderla con la sua stessa arma.

Poi, se lo reputate opportuno, potrete anche aggiungerci qualche colpo di Stormslinger, la nuova arma di The Frozen Wilds che non è altro che un bastone capace di emanare potenti scariche elettriche. Ma non è l'unica novità, perché l'espansione ci permetterà anche di modificare il nostro Overdrive, anche se gli sviluppatori di Guerrilla non ci hanno voluto spiegare in quale modo.

3
The Frozen Wilds è l'unica espansione prevista per Horizon Zero Dawn.

Manca allora poco per mettere le mani su questa nuova avventura di Aloy, che sarà disponibile il prossimo 7 novembre al costo di 19,99 euro (14,99 per gli abbonati al Plus). Ma fatevi un favore e non 'bruciatevela' subito cercando di concluderla al più presto. Gli sviluppatori olandesi ci hanno infatti confermato che si tratterà della prima e ultima espansione del loro fortunato franchise. In attesa di un probabile secondo capitolo, questo è ciò che ci resterà da giocare di Horizon per lungo tempo.

Vai ai commenti (10)

Riguardo l'autore

Stefano Silvestri

Stefano Silvestri

Editor in Chief, EG.it

Il suo passato è costellato di tutto ciò che è stato giocabile negli ultimi 30 anni. Dal ’95 a oggi riesce a fare della sua passione un mestiere, non senza una grande ostinazione e un pizzico di incoscienza.

Contenuti correlati o recenti

Articoli correlati...

Commenti (10)

I commenti ora sono chiusi. Grazie per avere partecipato!

Nascondi i commenti coi punteggi più bassi
Ordine
Visualizza