Battlefield 1 e FIFA 17: il Frostbite brilla su PS4 Pro - articolo

Il motore all'avanguardia di EA offre impressionanti aggiornamenti su entrambi i titoli.

Il motore Frostbite di DICE alimenta in questo momento la stragrande maggioranza dei giochi di Electronic Arts sviluppati internamente, uno strumento tecnologico di ultima generazione che offre delle esperienze davvero all'avanguardia su importanti franchise inclusi Battlefield, FIFA, Need for Speed e il prossimo Mass Effect. Con alcuni dei più brillanti ingegneri del rendering del settore che lavorano su questa tecnologia, ci aspettavamo grandi miglioramenti derivanti dall'aumento della GPU di Pro. E in generale, non siamo stati delusi.

Iniziamo dalle cose più semplici. L'aggiornamento di FIFA 17 su PlayStation 4 Pro è impressionante, non tanto per quanto riguarda le caratteristiche grafiche, ma certamente per il suo enorme aumento della risoluzione di base. Il framebuffer a 1080p della versione per PlayStation 4 standard ottiene un salto senza compromessi verso il 4K nativo, senza upscaling, senza checkerboard e senza temporal super sampling. Il risultato finale è che un titolo già pulito e fresco riceve un grande aumento della chiarezza visiva.

Tuttavia l'inefficace soluzione di antialiasing di FIFA resta presente in 4K. La brillantezza spettacolare e all'avanguardia a 1080p è ridotta a causa della più alta densità di pixel, ma è ancora visibile grazie all'alto contrasto dell'estetica. Abbiamo fatto la maggior parte dei nostri test su un Samsung KU6400 da 40 pollici, che possiede una densità di pixel notevolmente alta, ma l'aliasing è ancora evidente. Lo potete anche vedere nel video qui sotto. I possessori di schermi a 1080p ottengono quantomeno un'immagine downscalata con un effetto super sampling, quindi in questo caso è un problema minore, ma l'eccellente temporal antialiasing del Frostbite qui avrebbe aiutato.

Risoluzione a parte, le differenze effettive sono poche e non molto accentuate. L'implementazione della profondità di campo utilizzata con la risoluzione a 1080p non upscalarebbe molto bene in 4K, quindi è stato sistemato ed è interessante notare che anche il livello di dettagli sugli effetti di erba nei replay sembra essere stato spinto ulteriormente lontano. La risoluzione più alta mette in luce anche più dettagli del campo stesso, che sopravvivono nel downscale a 1080p, offrendo un aspetto più ricco. La conclusione è chiara però: FIFA è costruito per le specifiche console, ma è bello vedere che ci sia un margine per far girare il gioco in 4K nativo. Abbiamo giocato un intero match con i nostri strumenti per misurare il frame rate e abbiamo notato che il gameplay a volo d'uccello resta costante a 60 fps, con la presenza della camera a 30 fps che resta con un aggiornamento dimezzato.

Due PlayStation, due specifiche molto diverse, entrambe giocate allo stesso tempo con lo stesso controller. Che il gioco abbia inizio.

È però Battlefield a catturare davvero l'attenzione. Ci aspettavamo grandi cose per il fatto che DICE non abbia solo creato il gioco ma sia probabilmente in rapporti più stretti con il team di rendering di Frostbite. Che direzione prenderà il team? La GPU di PS4 Pro ha molto in comune con la Radeon RX 480, che fa girare i giochi da favola. Vedremo dei miglioramenti nelle prestazioni? Un tentativo di rendering in 4K? Con Mark Cerny che ci dice che Mass Effect Andromeda utilizza una risoluzione a 1800p upscalata con il metodo checkerboard e una modalità a 1080p con una qualità migliorata, vedremo qualcosa di simile su Battlefield 1?

Il risultato finale è affascinante e coloro che sperano in una presentazione a 1080p ultra dovranno frenare le aspettative. DICE ha implementato una modalità per Pro uguale per tutti che offre miglioramenti evidenti che funzionano bene su schermi Ultra HD, ma ciò preclude l'implementazione di alcuni dei miglioramenti di fascia alta del PC, come ad esempio il massimo livello di ombre e riflessi e, cosa più ovvia, i dettagli del terreno.

La risoluzione però è evidentemente aumentata. Lo scaler della risoluzione dinamica a 900p-1000p sembra trarre i maggiori benefici dall'aumento di potenza della GPU di Pro, con i livelli della campagna che abbiamo analizzato che raggiungono una risoluzione fino a 1656p. Ovviamente non possiamo contare il numero di pixel di ogni frame e di ogni scenario, ma possiamo dire che la risoluzione aumentata è evidente su uno schermo in 4K, anche se non è ovviamente costante, poiché si regola in base al carico della GPU. La soluzione di temporal antialiasing di BF1 resta in vigore, aggiungendo un po' di morbidezza alla presentazione. Questo effetto è aggiunto con l'utilizzo dell'upscaling checkerboard. È interessante notare che sono visibili gli artefatti del checkerboard, ma in realtà soltanto nelle immagini che abbiamo estratto dalle nostre acquisizioni. Le anomalie si verificano solo in movimento e la tecnologia di “sample and hold” usata dagli schermi moderni (che riduce la risoluzione percepita in movimento) tende a nascondere questo effetto piuttosto bene.

Messo affianco al titolo che gira su PS4 base con uno schermo 4K, c'è un grande aumento della qualità complessiva dell'immagine su Battlefiled 1. Allo stesso modo di giochi come Uncharted 4 e Titanfall 2, anche in questo caso si ha la sensazione di trovarsi di fronte ad una via di mezzo tra una risoluzione a 1080p e il 4K. L'ironia è che la qualità della presentazione, quando viene applicato il downsampling a 1080p, è davvero impressionante, rappresentando un evidente aggiornamento grafico rispetto al gioco con PS4 base. I possessori di PS4 Pro che non hanno fatto il salto ad uno schermo 4K apprezzeranno sicuramente molto tutto questo.

Il pezzo forte. La patch di Battlefield 1 su PS4 Pro è stata argomento di molte discussioni. Quali aggiornamenti verrebbero aggiunti? Potete vederlo da voi qui.

È importante sottolineare che i miglioramenti di BF1 su PS4 Pro sono semplicemente limitati alla risoluzione. Durante alcune sezioni più esigenti della campagna, il frame rate di Pro è notevolmente migliorato rispetto all'irregolarità osservata sulla versione PlayStation 4 base, quindi è evidente che parte della potenza della GPU sia stata dedicata a garantire un'esperienza in generale più fluida e non soltanto per aumentare il numero dei pixel.

Resta ancora da vedere come questo si estenda al multiplayer. È impossibile replicare in modo preciso le condizioni delle scene in multiplayer per eseguire un'analisi delle prestazioni che sia accurata, ma abbiamo ottenuto una seconda copia del gioco per ulteriori test. Il nostro obiettivo qui è di avere un giocatore su ogni PlayStation in un'unica partita online. Supponendo di tenere vicini entrambi i giocatori, dovremmo poterci fare un'idea migliore dello scaling delle prestazioni su Pro. Siamo particolarmente interessati a vedere in che modo le tipiche partite a 64 giocatori limitate dalla CPU vengano migliorate sul nuovo hardware. Torneremo a breve a parlarvi di questo.

Gli altri miglioramenti di Battlefield 1 su Pro vedono l'aggiunta d'interessanti miglioramenti alle impostazioni delle caratteristiche grafiche del gioco. Presumendo che non sia lo scaler della risoluzione dinamica a causare opacità sull'hardware base, la versione Pro sembra mostrare una qualità delle texture più alta insieme all'incremento della risoluzione. Oltre a questo, anche la pipeline degli effetti ha ricevuto un evidente aggiornamento. Per esempio, le particelle accelerate dalla GPU sono presenti in numero più alto rispetto agli equivalenti su PlayStation 4, occupando nuovamente un punto intermedio tra le console esistenti e l'esperienza su PC di fascia alta. Anche la qualità del terreno riceve un salto di qualità: ciò porta ad un curioso ibrido d'impostazioni basse e medie sull'hardware base, mentre le impostazioni su Pro restano bloccate al livello medio del PC. Tuttavia, molte altre caratteristiche, come le ombre, la profondità di campo e il motion blur, rimangono invariate su Pro.

Si tratta di un'affascinante cambiamento generale. Potrebbero anche esserci delle ragioni molto buone per cui DICE non abbia adottato un 1080p/ultra equivalente su Pro (inserire più dettagli grafici ha una certa importanza nel sovraccaricare la CPU, dopotutto), ma la strategia scelta di bilanciare gli aumenti di risoluzione con caratteristiche grafiche e prestazioni migliorate funziona bene e il risultato finale è che tutti i possessori di Pro ottengono un aggiornamento davvero soddisfacente, a prescindere dal tipo di schermo che potrebbero possedere.

Se siete curiosi del miglioramento grafico che porta il 4K al gaming su PlayStation, potreste supportarci con il Digital Foundry Patreon. Oltre a supportare il team del DF, avrete accesso a video in 4K a banda larga che meglio rappresentano la qualità dell'output Ultra HD del sistema.

Vai ai commenti (17)

Giochi trattati in questo articolo

Riguardo l'autore

Richard Leadbetter

Richard Leadbetter

Technology Editor, Digital Foundry

Rich has been a games journalist since the days of 16-bit and specialises in technical analysis. He's commonly known around Eurogamer as the Blacksmith of the Future.

Contenuti correlati o recenti

Articoli correlati...

Commenti (17)

I commenti ora sono chiusi. Grazie per avere partecipato!

Nascondi i commenti coi punteggi più bassi
Ordine
Visualizza