"Numero di meccaniche pay-to-win in StarCraft II? Zero". Le frecciate di Blizzard nei confronti di Star Wars Battlefront II?

Una serie di tweet che hanno attirato l'attenzione.

Che si tratti del sistema di progressione, delle microtransazioni o delle loot box, Star Wars Battlefront II sta facendo discutere parecchi giocatori e a quanto pare potrebbe anche aver attirato le attenzioni di Blizzard.

Ma cosa c'entra esattamente la compagnia con sede in quel di Irvine? Pare che il profilo Twitter dedicato a StarCraft stia lanciando delle frecciate decisamente poco velate nei confronti del titolo DICE e di alcune sue feature più o meno discutibili. I riferimenti non sono espliciti ma considerando le questioni toccate e il fatto che Battlefront II sia uno dei giochi più discussi del momento le frecciate sono parse evidente a molti.

I tweet in un certo senso confrontano StarCraft II (diventato free-to-play) con quello che pare proprio Star Wars Battlefront II. Ecco alcuni esempi segnalati da Polygon:

"Numero di ore necessarie per ottenere la campagna completa di StarCraft II: Wings of Liberty: 0".

"Numero di ore di attesa prima di poter giocare qualsiasi missione Commander in co-op in StarCraft II: 0".

"Numero di meccaniche pay-to-win in StarCraft II: 0".

Come potete vedere non c'è alcun riferimento diretto a Star Wars Battlefront II ma la maggior parte delle persone ha interpretato i tweet come delle evidenti frecciate alla tante discussioni che circondano l'FPS di DICE e EA. Cosa ne pensate?

Vai ai commenti (5)

Riguardo l'autore

Alessandro Baravalle

Alessandro Baravalle

Redattore

Si avvicina al mondo dei videogiochi grazie ad un porcospino blu incredibilmente veloce e a un certo "Signor Bison". Crede che il Sega Saturn sia la miglior console mai creata e che un giorno il mondo gli darā ragione.

Contenuti correlati o recenti

Articoli correlati...

Commenti (5)

I commenti ora sono chiusi. Grazie per avere partecipato!

Nascondi i commenti coi punteggi più bassi
Ordine
Visualizza