Star Wars Battlefront II: secondo EA la rimozione delle microtransazioni non comporterà "impatti" finanziari

La compagnia conta di rientrare nelle previsioni stimate per l'anno fiscale 2018. 

La questione delle microtransazioni di Star Wars Battlefront II è un argomento che ha scatenato un'accesa discussione nella community ultimamente e, poco tempo fa, DICE ha deciso per un clamoroso dietrofront disattivando temporaneamente le succitate microtransazioni all'interno del gioco.

Ma questa scelta avrà delle ripercussioni? Non secondo EA, che ha confermato come la rimozione delle microtransazioni non andrà ad "impattare" sulle finanze, al contrario la compagnia ha dichiarato che conta di rientrare nelle previsioni di profitto stimate per l'anno fiscale 2018.

Come segnalato da Dualshockers, Electronic Arts ha chiaramente dichiarato attraverso un comunicato quanto segue: "il 16 novembre 2017, Electronic Arts ha annunciato che rimuoverà temporaneamente le microtransazioni da Star Wars Battlefront II, in attesa di ulteriori novità a riguardo. Questo cambiamento non dovrebbe avere un impatto significativo sull'orientamento finanziario del 2018 fiscale di EA."

SPScreenshot_IdenEmotion_wLogo_ds1_670x377_constrain

La compagnia sembra essere molto sicura di rientrare nelle previsioni di guadagno, voi che ne pensate? Il dietrofront comporterà qualche problema?

Vai ai commenti (1)

Riguardo l'autore

Matteo Zibbo

Matteo Zibbo

Redattore

Appassionato di videogiochi e musica (quella più rumorosa e veloce possibile), ha un'insana passione per i GdR occidentali che gli sta condizionando l'esistenza.

Contenuti correlati o recenti

Articoli correlati...

Commenti (1)

I commenti ora sono chiusi. Grazie per avere partecipato!

Nascondi i commenti coi punteggi più bassi
Ordine
Visualizza